Iperbole: tutte le novità

13 Dicembre 2014

A vent’anni dalla sua nascita, Iperbole propone una nuova frontiera della comunicazione pubblica: la collaborazione. Più informazione e trasparenza, più servizi on line per cittadini, famiglie e imprese, più collaborazione per valorizzare i beni comuni: ecco la nuova rete civica di Bologna. Realizzata, dopo un lungo percorso partecipato, da un team di progettisti interno all’Amministrazione supportato da partner tecnici. 

Il progetto è stato lanciato a Palazzo Re Enzo dal Sindaco Virginio Merola, dall'assessore all'Agenda digitale Matteo Lepore, alla presenza di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e Alessandra Poggiani, direttrice dell’Agenzia Digitale Nazionale. 

 

LA NUOVA RETE CIVICA

Per la prima volta un Comune italiano propone uno spazio digitale per accedere ai propri servizi online e a piattaforme di collaborazione e partecipazione. Il codice della Rete Civica verrà inoltre rilasciato online, permettendo così alla comunità digitale o alle altre PA di riutilizzare o migliorare il progetto.

La Nuova  Rete Civica Iperbole è uno spazio digitale gratuito e pubblico, accessibile da pc, tablet e smartphone attraverso un’identità digitale unificata. 

La Nuova Rete Civica Iperbole è suddivisa in tre aree:

Il Comune - informazioni su attività istituzionali e politiche

Servizi Online - servizi online dedicati a cittadini e imprese, che potranno così rapportarsi in modo diretto e semplificato con la PA

Comunità - dedicato ai cittadini e ai progetti in corso, uno spazio di consultazione, partecipazione e collaborazione 

Nell’area Comunità, tutti i cittadini, le imprese, le associazioni e i gruppi informali potranno facilmente presentarsi, avere un blog, descrivere i propri progetti e conoscere quelli “dei propri vicini” attraverso le mappe di geolocalizzazione. Chi aprirà il proprio profilo creerà in automatico un   avatar con il brand di Bologna e avrà a disposizione un’agenda nella quale il Comune registrerà tutte le scadenze (come famiglia o come impresa). In questa prima versione rilasciata, sono già disponibili nuovi servizi digitali come l'accesso a tutte le pratiche edilizie, il pagamento dei bollettini e il pagamento delle multe. 

La Nuova Rete Civica Iperbole è stata progettata a partire dalla domanda di cambiamento emersa dai percorsi partecipativi dell’Agenda Digitale e del Piano Strategico Metropolitano. Il lavoro è durato un anno, mentre il budget impiegato per la realizzazione è stato sostenuto per 65 mila euro dall’Amministrazione Comunale e per 240 mila euro da sponsor privati. Un modello di sostenibilità innovativo per la Pubblica Amministrazione, comparato con altre città italiane o europee.

I numeri di Iperbole

2012 - 2.485.575 visitatori 

2013 - 2.528.178 visitatori

2014* - 1.960.822 (+15% rispetto al 2013)

* al 31 agosto 2014

Con oltre 20.000 follower su Twitter e 12.400 su Facebook, la Rete Civica Iperbole è parte di un sistema digitale ampio, un’agorà pubblica digitale, che accelera già di fatto la relazione tra cittadini e Istituzioni.

Nel 2015, il Comune di Bologna e i comuni dell’area metropolitana avranno la possibilità di lavorare ad un’estensione della Rete Civica su tutta l’area vasta, impelementando lo sviluppo della piattaforma per migliorare l’offerta di servizi e l’accessibilità. Pertanto, alla versione oggi presentata succederanno nuove versioni ancora più aggiornate e migliorate grazie alla collaborazione della comunità locale e non solo.

Dal 28 novembre al 15 dicembre, prima del lancio online, la Nuova Rete civica sarà in tour per una serie di incontri test con “la comunità di Iperbole”. Sono in programma una serie di incontri di presentazione con opinion leader e altri interlocutori rilevanti, tra i quali i sindaci dell’area metropolitana, presidenti di quartiere e le tante realtà della comunità digitale.

Presentazione Nuova Rete Civica Iperbole