Il cantiere BOBO in via Ugo Bassi e via Rizzoli

26 Gennaio 2015

Da lunedì 2 febbraio parte il Cantiere BOBO, volto alla ripavimentazione stradale e alla complessiva riqualificazione dello spazio urbano di via Rizzoli e via Ugo Bassi. Il cantiere comporterà la chiusura completa prima di via Rizzoli e poi di via Ugo Bassi per circa 10 mesi.  Questo permetterà di rendere più veloci, più duraturi e più sicuri i lavori, come fatto in Strada Maggiore.

Sulla base dell’esperienza consolidata, si è proceduto nei mesi scorsi a distribuire a tutte le attività commerciali e ai residenti di via Ugo Bassi, via Rizzoli e vie limitrofe, un questionario da compilare e restituire presso una postazione presente in Piazza Re Enzo. La compilazione del questionario ha consentito di definire compiutamente le esigenze di carico e scarico, di accesso alle attività e alle abitazioni e di tali informazioni si è tenuto conto nella definizione delle aree di carico/scarico, di servizi di logistica e di sosta da fornire nell’ambito del cantiere. Prima dell’avvio delle lavorazioni verranno definite puntualmente soluzioni atte a dare risposta alle specifiche esigenze emerse anche grazie al contributo delle singole attività commerciali e dei residenti. Come per Strada Maggiore saranno all’opera più squadre di operai in contemporanea, dal lunedì al sabato, con doppi turni dalle 7 alle 21. 

Le tipologie delle lavorazioni sono le medesime per le due strade: come in Strada Maggiore, la posa dei basoli deve avvenire installando progressivamente la pietra senza assoggettarla a carichi stradali per almeno un mese, non è pertanto possibile ridurre i tempi d’intervento utilizzando una maggiore forza lavoro. Si è optato quindi per il cantiere unico, con lavorazioni in parallelo su via Ugo Bassi e Rizzoli: cantieri frazionati in tempi successivi avrebbero comportato l’allungamento dei lavori, tenuto conto che le malte speciali non possono essere impiegate con le basse temperature che caratterizzano il periodo invernale. Oltre che un prolungamento pressoché raddoppiato dei tempi di esecuzione dei lavori, un frazionamento del cantiere avrebbe comportato il riproporsi di un analogo periodo di deviazione dell’assetto delle principali linee del trasporto pubblico, ed in particolare di quelle filoviarizzate. Non si poteva, altresì, lasciare aperta una semicarreggiata stradale in senso longitudinale, in quanto lo strato di basoli deve essere posato dal bordo di un marciapiede all’altro per garantire la tenuta strutturale della pavimentazione. 

I tratti pronti saranno riaperti progressivamente prima ai pedoni, poi ai veicoli. Già a partire dalla fine di giugno alcuni tratti di via Rizzoli e di via Ugo Bassi saranno riaperti ai pedoni.

Verrà completamente rifatta la pavimentazione in basoli di via Rizzoli, dove sarà anche realizzato il sottofondo stradale oggi mancante; per dare unitarietà all’asse, verrà inoltre esteso il tratto in pietra, con la posa di nuovi basoli anche in via Ugo Bassi, oggi invece in asfalto; saranno anche ripristinati in pietra i marciapiedi laterali. 

Il risultato saranno strade più belle, più sicure e adatte alla mobilità urbana dei mezzi e delle persone. 

In concomitanza con i lavori del cantiere BOBO ci sarà l’occasione, da parte del Comune di Bologna, per eseguire interventi di riqualificazione urbana attesi da tempo, come la riparazione del coperto dei due grandi sottopassi esistenti e l’ampliamento degli spazi pedonali sotto le Due Torri e in piazza della Mercanzia. 

In tema di trasporto pubblico, verrà sempre garantito l’attraversamento nord-sud nelle due direzioni di marcia tramite il servizio della navetta A, su differenti percorsi resi possibili a seconda delle successive fasi di cantiere.

Soddisfatto il Sindaco, Virginio Merola: “Stiamo realizzando un lavoro importantissimo per la città, con l'obiettivo di terminare l'8 dicembre. Questo significa realizzare l'opera riducendo i tempi, quindi con meno disagi per tutti. Sarà un cantiere a tappe, non sarà tutto chiuso dall'inizio alla fine, e come abbiamo fatto per strada Maggiore, appena i basoli saranno posati potranno passare i pedoni e i ciclisti e dopo un mese anche altri. Abbiamo sentito tutti e perciò conto sulla collaborazione di tutti. Avremo una via Rizzoli e una via Ugo Bassi più belle da vedere e da frequentare, è una grande occasione di riqualificazione urbana”. 

Il Sindaco è intervenuto anche su via Volturno. “L'assessore Colombo mi ha informato, anche tenendo in considerazione le osservazioni dei cittadini, che in questo momento mantenere il provvedimento di chiusura di via Volturno avrebbe comportato ulteriori disagi. Per questo motivo, per la durata del cantiere, via Volturno sarà riaperta”. 

L'Assessore alla Mobilità Andrea Colombo ha illustrato i principali cambiamenti del trasporto pubblico: “Il passaggio delle navette A e 29B verrà incrementato con una frequenza di cinque minuti. Cercheremo di garantire al massimo la permeabilità nord-sud da via Indipendenza passando per piazza Re Enzo e Archiginnasio. Da agosto in poi la navetta A si sposterà su piazza Roosevelt. Il risultato che otterremo sarà quello di garantire la mobilità con il trasporto pubblico per tutti i 10 mesi del cantiere, permettendo alle persone di arrivare nel cuore del centro storico”. 

 

Carico e scarico merci e assistenza alle persone a ridotta capacità motoria

Per agevolare le operazioni di carico/scarico, per tutta la durata del Cantiere BOBO saranno presenti delle piazzole di sosta temporanea al posto della fermata degli autobus di piazza Roosevelt. Saranno previsti due container (di cui uno refrigerato) per garantire lo stoccaggio temporaneo delle merci. Il servizio sarà rivolto a commercianti, fornitori, corrieri e singoli cittadini. Operatori deciati faciliteranno il trasferimento dei carichi più pesanti sino ai portoni degli edifici e assisteranno le persone con ridotta capacità motoria. Il servizio è prenotabile al numero verde BOBO. I soggetti interessati potranno trasferire le merci e gli effetti personali anche autonomamente tramite appositi carrelli manuali messi a disposizione al fine di agevolare il trasporto. Sarà inoltre possibile ritirare per uso personale temporaneo carrozzine per persone con ridotta capacità motoria. L’assistenza degli operatori, verrà garantita dalle 7 alle 21, dal lunedì al sabato, fino al termine dei cantieri.

Agevolazioni Fiscali

I commercianti di via Ugo Bassi e via Rizzoli potranno godere dell’esenzione totale dell’imposta di pubblicità sulle insegne e della Cosap, nonché del 50% di sconto sulla Tari. Tutte le informazioni utili ai commercianti saranno garantite dall’Ufficio URP Entrate (051.2193262, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13, il martedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 17).

Trasporto pubblico

Da lunedì 2 febbraio le principali linee di bus saranno deviate su percorsi provvisori. 

Verrà sempre garantito l’attraversamento nord-sud nelle due direzioni di marcia tramite il servizio della navetta A, sino a fine agosto in entrambe le direzioni sul regolare percorso Indipendenza, Rizzoli, piazza Re Enzo, via dell’Archiginnasio, piazza Galvani, piazza Cavour; successivamente attraverso le vie Ugo Bassi, Venezian e piazza Roosevelt, per proseguire per il Poliambulatorio Rizzoli raggiungendo piazza Cavour per le vie Cesare Battisti, Barberia, Nosadella, Saragozza (al ritorno per le vie Farini, Barberia, piazza Malpighi).

La navetta A sarà, inoltre, potenziata: nel tratto tra piazza XX Settembre e piazza Cavour dalle 7 alle 20 avrà una frequenza di una corsa ogni 5-6 minuti.

Sempre dal 2 febbraio, per collegare più efficacemente l’area ad est del centro al cuore della città, la navetta T1, che di norma è effettuata solo durante i T Days, sarà attiva anche nei giorni feriali sul percorso circolare Due Torri, Strada Maggiore, Mazzini, Palagi, Massarenti, San Vitale.

Le linee 18, 25, 28 e 86 manterranno le attuali deviazioni di percorso, già in vigore dal 12 gennaio, in entrambi i sensi di marcia. 

La linea 13 sarà suddivisa in due rami, esattamente come già avviene durante i T Days: il ramo est attivo tra San Ruffillo e piazza Cavour e il ramo ovest tra Borgo Panigale e via Lame.

Queste le deviazioni nel tratto centrale delle altre linee in vigore dal 2 febbraio nei giorni feriali:

La linea 11 in direzione Corelli/Ponticella effettuerà il percorso Indipendenza, Mille, Marconi, Malpighi, Sant’Isaia, Frassinago, Saragozza, D’Azeglio, Farini; in direzione Bertalia/Arcoveggio percorrerà piazza Malpighi, poi le vie Marconi, Mille e Indipendenza.

La linea 14 in direzione Due Madonne/Roveri/Pilastro sarà deviata sul percorso piazza Malpighi, Marconi, Mille, Irnerio, Malaguti, Zanolini, Zaccherini Alvisi, Massarenti; in direzione Barca, invece, manterrà l’attuale deviazione attiva dal 12 gennaio sulle vie Castiglione, Farini, Carbonesi, Barberia, Sant’Isaia.

Anche la linea 19, in direzione Casteldebole manterrà l’attuale deviazione sull’asse Castiglione-Farini-Carbonesi-Barberia, piazza Malpighi, Lame; in direzione San Lazzaro, invece, sarà deviata sul percorso San Felice, Marconi, Mille, Irnerio, Filopanti, Ercolani, Mazzini.

La linea 20 in direzione Pilastro manterrà il percorso feriale regolare da Casalecchio a piazza Malpighi, transitando per le vie Urbana, D’Azeglio, Carbonesi, Barberia, quindi percorrerà le vie Marconi, Mille e Irnerio. In direzione Casalecchio, effettuerà il percorso dei T Days: Irnerio, Mille, Marconi, piazza Malpighi, Sant’Isaia, Pepoli, Saragozza.

La linea 27, in direzione Corticella/Tuscolano, manterrà la deviazione attuale su via Irnerio e, dal 2 febbraio, anche nella direzione opposta, verso Mazzini/Atleti Azzurri/via Genova, sarà deviata sul percorso Indipendenza, Irnerio, Filopanti, Ercolani, Mazzini.

Deviazioni di percorso interesseranno anche la linea 30, che nella sola direzione Istituto Rizzoli/San Michele in Bosco sarà deviata sul percorso Marconi, piazza Malpighi, Sant’Isaia, Frassinago, Saragozza, D’Azeglio, Farini, e la linea notturna 62 che, in direzione Due Madonne, effettuerà il percorso Amendola, Mille, Irnerio, Filopanti, Ercolani, Mazzini.

Infine, la linea 29B in direzione Parcheggio Tanari resta deviata, come attualmente, sulle vie D’Azeglio, Carbonesi, Barberia, piazza Malpighi e Lame. In direzione di via Roncrio dal 2 febbraio mantiene il percorso regolare centrale su via Ugo Bassi, Rizzoli, Re Enzo, Archiginnasio, piazza Galvani, Farini e solo dal 24 febbraio, per la prevista chiusura di via Rizzoli, sarà deviata su piazza Malpighi, poi sulle vie Saragozza, Urbana, D’Azeglio, Carbonesi e Tagliapietre. 

Informazioni e numeri utili

Per tutta la durata del cantiere, in piazza Re Enzo sarà attivo un infopoint a disposizione dei cittadini. L’InfoBOBO sarà aperto dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20. 

Presso l’InfoBOBO sarà possibile ritirare le mappe sui cambiamenti di viabilità, sulle deviazioni degli autobus e ogni altro materiale informativo. 

E’ attivo, inoltre, il numero verde 800.031.970, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20, e il sito www.cantierebobo.it, dove è possibile reperire tutte le informazioni utili.

Un pieghevole con le principali informazioni sullo svolgimento delle attività di cantiere, viabilità, sosta, carico/scarico, trasporto pubblico e numeri utili sarà distribuito alle associazioni di categoria delle attività commerciali e alberghiere, ai negozi delle vie interessate e limitrofe, alle edicole e sarà reperibile presso l’InfoBOBO, gli URP del Comune di Bologna e le biglietterie aziendali Tper.

Quanto alle deviazioni specifiche sui percorsi dei bus, per la più ampia diffusione dell’informazione, Tper affiggerà a tutte le fermate del centro storico una tabella riportante tutte le linee soggette a variazioni nei giorni feriali con l'indicazione dei percorsi provvisori in entrambe le direzioni di marcia e la mappa delle deviazioni. La stessa informazione sarà estesa a tutte le fermate che si trovano lungo il percorso, da capolinea a capolinea, delle linee deviate. A queste fermate verrà affissa una tabella oraria riportante l’intero sviluppo schematico della linea, con l’indicazione sia delle fermate temporaneamente soppresse per lavori che di quelle di nuova istituzione previste sul percorso provvisorio. In conformità con quanto avviene sempre in caso di soppressione di fermate, ad ogni fermata soppressa verrà affissa un’indicazione di colore giallo dedicata, in cui è riportata la fermata utile più vicina per le linee d’interesse. Anche alle fermate provvisoriamente istituite sui nuovi percorsi saranno affissi, oltre alle tabelle degli orari, cartelli gialli indicanti le linee che effettuano quella fermata.

Le mappe dei nuovi percorsi del trasporto pubblico saranno affisse anche negli appositi spazi porta-locandina a bordo degli autobus urbani.

La viabilità dal 2 febbraio

Da lunedì 2 febbraio il cantiere comporterà la chiusura completa di via Rizzoli nel tratto fra piazza Re Enzo, lato est, e via Castiglione. In questa fase continueranno i lavori Hera in via Ugo Bassi che rimarrà percorribile a senso unico di marcia in direzione Due Torri. Via Indipendenza, nel tratto tra via Righi e via Rizzoli in direzione piazza Maggiore, non sarà percorribile dai veicoli superiori ai 35 quintali. Tutti i veicoli percorrenti via Indipendenza in direzione piazza Maggiore avranno l’obbligo di svolta in via Altabella, eccetto taxi, bus e veicoli di servizio pubblico e soccorso. I veicoli provenienti da via San Vitale avranno l’obbligo di svolta a sinistra in direzione Strada Maggiore o via Castiglione. I veicoli autorizzati che percorrono via Ugo Bassi avranno l’obbligo di svolta a sinistra in via Indipendenza. È prevista la chiusura temporanea dell’accesso di via Testoni da via Ugo Bassi per 3-4 giorni in corso di definizione, tra il 2 e il 12 febbraio. Durante la chiusura si potrà entrare nella zona da via Portanova, lato piazza Malpighi. 

La viabilità dal 23 febbraio 

Da lunedì 23 febbraio il cantiere comporterà la chiusura completa di via Ugo Bassi nel tratto fra via Indipendenza e via Cesare Battisti, oltre alla conferma della chiusura già esistente di via Rizzoli nel tratto fra piazza Re Enzo, lato est, e via Castiglione. Via Indipendenza, nel tratto tra via Righi e via Rizzoli in direzione piazza Maggiore, non sarà percorribile dai veicoli superiori ai 35 quintali. Tutti i veicoli percorrenti via Indipendenza in direzione piazza Maggiore avranno l’obbligo di svolta a sinistra in via Altabella, eccetto taxi, bus e veicoli di servizio pubblico e soccorso. I veicoli provenienti da via San Vitale avranno l’obbligo di svolta a sinistra in direzione Strada Maggiore o via Castiglione. I veicoli autorizzati che percorrono il tratto di via Ugo Bassi ancora aperto alla circolazione, compreso tra le vie Marconi e Nazario Sauro, avranno l’obbligo di svolta a sinistra in via Nazario Sauro. Sarà altresì mantenuto l’attraversamento di via Ugo Bassi per i veicoli provenienti da via Cesare Battisti e diretti in via Nazario Sauro.

Accesso alla T 

Tutte le limitazioni di circolazione relative alla T rimangono invariate; le telecamere di controllo degli accessi alla T rimangono accese.  

Sosta

Durante il cantiere la sosta è stata riorganizzata nelle zone limitrofe. Nel materiale informativo prodotto, all’interno delle mappe della viabilità sono rappresentati i soli stalli delle varie tipologie (carico/scarico, handicap, moto, bici, etc.) soggetti a modifiche oppure aggiuntivi. Rimangono attivi tutti gli altri stalli di sosta esistenti oltre a quelli rappresentati nella mappa. 

Per il carico/scarico sono disponibili principalmente stalli in piazza Roosevelt in posizione centrale, via Caprarie, via Castiglione e piazza del Francia per l’area est (via Rizzoli e Quadrilatero); piazza Malpighi per l’area ovest (via Ugo Bassi e dintorni) nonchè per i mezzi di maggiori dimensioni. 

Per le moto vengono realizzate nuove aree di parcheggio in piazza Malpighi, in via Castiglione in prossimità di piazza del Francia, in via Cesare Battisti angolo IV Novembre e ai lati di piazza VIII Agosto (per quest’ultima area, escluso il venerdì e sabato in concomitanza con il mercato La Piazzola). 

Per le persone disabili vengono aumentati gli stalli H riservati in piazza Roosevelt e in via Caprarie.

Taxi

Fino al 23 marzo resta attivo il posteggio di piazza Re Enzo, a cui si aggiungono due nuovi posteggi attivi tutti i giorni (e non solo nei T Days) in piazza Roosevelt e in via Castiglione, angolo piazza del Francia. Rimane, inoltre, disponibile il posteggio di piazza Malpighi. Dopo tale data, sarà individuato e comunicato un posteggio taxi aggiuntivo in posizione centrale.

Biciclette

I portici sono percorribili con bici solo se condotte a mano; si confida nella massima collaborazione per garantire la sicurezza di tutti. Sono previsti itinerari alternativi per le biciclette: la mappa è disponibile presso l’infoBobo e sul sito www.cantierebobo.it. Le rastrelliere per la sosta ciclabile sono disponibili soprattutto in piazza Ravegnana, via Calzolerie e via Artieri per la zona est, nonché in piazza Re Enzo, in via Ugo Bassi e in via IV Novembre, addossate al Palazzo Comunale.

Pedoni

Saranno disponibili numerosi punti di attraversamento pedonale, appositamente segnalati, in entrambe le vie. I portici, in quanto proprietà privata, non sono oggetto di interventi e rimangono sempre percorribili. I marciapiedi laterali saranno riqualificati e pertanto rimangono percorribili, salvo nei momenti in cui vengono direttamente interessati dai lavori di ripavimentazione; saranno comunque approntate soluzioni temporanee per consentire la migliore accessibilità ad abitazioni e attività produttive. 

Raccolta dei rifiuti

I pochi cassonetti ancora presenti sulle vie Rizzoli e Ugo Bassi, in base alle fasi di avanzamento dei lavori, potranno essere temporaneamente spostati nelle vie laterali, in attesa comunque del loro completo superamento con la realizzazione delle isole ecologiche (già in atto nei quartieri S. Vitale e Porto, e già pianificata negli altri quadranti del centro). Restano invece valide e garantite da Hera tutte le modalità ordinarie di raccolta differenziata, sia per le utenze domestiche (deposito dei sacchi di carta e plastica nelle serate di martedì o mercoledì, a seconda del quartiere), sia per le utenze commerciali (isole interrate, ritiro dei cartoni, ecc..).

Sicurezza

I turni del nuovo Reparto Città Storica della Polizia Municipale saranno riorganizzati in maniera da garantire un passaggio frequente di pattuglie a piedi nell'area via Rizzoli-U.Bassi-Indipendenza, anche in collaborazione con le altre Forze dell'Ordine. In merito alle situazioni di emergenza e soccorso, si sono già svolti incontri tecnici con le centrali operative di 115 (Vigili del fuoco) e 118 (ambulanze), per illustrare l'organizzazione del cantiere e per concordare le modalità di intervento in caso di necessità. In generale, ci sarà sempre un referente del cantiere reperibile 24 ore su 24 per le eventuali emergenze. Per quanto riguarda le ore serali, Tper è disponibile a valutare interventi specifici di potenziamento dell'illuminazione sotto ai portici, dove necessario.