Giornata dei risvegli per la ricerca sul coma 2016

5 Ottobre 2016

Il 7 ottobre sarà l'occasione per rafforzare l'alleanza internazionale intorno alle persone in stato vegetativo o con esiti di coma a partire da un modello tutto bolognese. Questo infatti uno dei principali obiettivi della seconda edizione europea della Giornata dei risvegli per la ricerca sul coma - Vale la pena. L’iniziativa, promossa da 18 anni dall’associazione Gli amici di Luca, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Salute e il sostegno di Comune e molte istituzioni pubbliche, già nel 2015 la Giornata è diventata europea grazie al coinvolgimento di associazioni, enti, università, centri di ricerca impegnati nel progetto "Lucas" (Linked united for coma awakenings through sport") per la riabilitazione e integrazione attraverso lo sport cofinanziato dall'Ue.

"Sono molto contento - afferma l'assessore alla Sanità Luca Rizzo Nervo - di poter condividere questo progetto perché ritengo che la cura non sia soltanto avere una struttura fisica in grado di curare ma costruire un rapporto complessivo di accompagnamento delle persone in un momento molto difficile e delicato".

Tante quindi le iniziative in programma in questi giorni, prima fra tutte la tradizionale festa alla Casa dei risvegli Luca De Nigris con attività per bambini e ragazzi, letture, performance teatrali di persone uscite dal coma e il lancio dei palloncini con i "messaggi per un risveglio" che avverrà in simultanea con altre città italiane ed europee, alla presenza di Alessandro Bergonzoni oramai storico testimonial della Casa dei risvegli. E così ci saranno eventi a Pesaro, Teramo, Salerno, Caltagirone, Gioia del Colle, una rete che si allarga sempre più grazie agli incontri e agli scambi con persone vicine e famigliari di chi è riuscito ad uscire dal coma. Ma anche negli altri Paesi coinvolti nel progetto (Belgio, Cipro, Danimarca, Spagna, Lituania e Portogallo).
Sempre venerdì 7 ottobre, alle 21 al Teatro Duse di Bologna, in via Cartoleria 42, la compagnia "Gli amici di Luca" presenta in prima nazionale "Tu è il mio respiro", uno spettacolo di Mimmo Sorrentino frutto del laboratorio teatrale di Nicola Bonazzi del Teatro dell'Argine con persone uscite dal coma in cui verrà affrontato un tema complesso ma molto sentito, quello dell'amore che molto spesso incontra il limite nella persona con disabilità che non riesce ad esprimerlo e ad esprimersi.

Documenti scaricabili: