Fondo comunale Anticrisi

16 Luglio 2013

Sono 4,5 i milioni di euro del Bilancio 2013 che il Comune di Bologna destina ad uno speciale Fondo Anticrisi e per lo Sviluppo, a sostegno delle famiglie che subiscono maggiormente gli effetti della crisi economica. Oggi a Palazzo d'Accursio l'Amministrazione ha raggiunto un'intesa con i sindacati confederali sugli obiettivi di tale misura, impegnandosi a sostenere le famiglie in difficoltà nel far fronte alle spese per la casa, e ad offrire opportunità di lavoro temporaneo rivolto a persone espulse o mai entrate nel mondo del lavoro.

"Siamo molto soddisfatti per essere riusciti a definire con le organizzazioni sindacali le modalità di intervento. Ora possiamo cominciare a lavorare per raggiungere gli obiettivi sottoscritti nell'accordo - spiega l'assessore alle Politiche abitative, Riccardo Malagoli - Non solo daremo possibilità di lavoro a chi lo ha perso, ma offriremo anche possibilità di crescere a chi un'attività l'ha già, per resistere alla crisi. Tutti i progetti verranno rendicontati". 

All'emergenza abitativa sarà destinato 1 milione di euro. Sarà inoltre messa in campo una campagna informativa con il coinvolgimento delle associazioni del settore (inquilini e proprietari). L’orientamento è quello di privilegiare strumenti destinati ad autoalimentarsi, come un fondo di rotazione. La proposta di utilizzo è di 500.000 euro per i canoni concordati, 300.000 euro per il Progetto Microcredito, 200.000 euro per la ristrutturazione di appartamenti e/o a situazioni di emergenza abitativa.

Al welfare saranno destinati 500.000 euro. A progetti nell’ambito dell’emergenza sociale, oltre alla quota parte del Fondo anticrisi si destineranno ulteriori risorse derivanti dall’importo attualmente destinato alle borse lavoro. Le direzioni individuate sono due: da un lato valorizzare e sostenere progetti e esperienze già presenti sul territorio, dall’altro incentivare nuove esperienze (per esempio bandi per sostenere start up).

Le risorse accantonate al Fondo Anticrisi, da destinare a progetti di investimento, con l’obiettivo di creare occupazione, sono così finanziate:

1 milione di euro dall'imposta di soggiorno e quindi vincolate ad utilizzo specifico. Si parla in particolare del Progetto eliminazione graffiti e incongruo (500.000 euro), e del Progetto Valorizzazione e Conservazione dei Beni Monumentali della Città (500.000 euro). 

2 milioni di euro da avanzo di amministrazione 2012  senza vincoli di destinazione. Si tratta in particolare del Progetto Decoro Scuole per 700.000 euro, e del Progetto Valorizzazione Collina per 1,1 milioni di euro per interventi stradali e per 200.000 euro per lavori nelle aree a verde pubblico.

 

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)

Documenti scaricabili: