Energia in città

5 Giugno 2013

A un anno dall'adozione del PAES - Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, il documento con cui il Comune di Bologna ha concretizzato l'adesione al Patto dei Sindaci Europeo che lo impegna a ridurre le emissioni di CO2 del proprio territorio di almeno il 20% entro il 2020, la due giorni Energia in città all'Auditorium Biagi fa il punto su cosa finora è stato fatto per coinvolgere i cittadini in questo processo di trasformazione.

Intanto, agli oltre 20 partner che avevano già sottoscritto il protocollo attuativo del PAES, se ne sono aggiunti altri 11: Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, ANACI, ASTER, Camera di Commercio, ConfCooperative, FAI Emilia Romagna, Fondazione Marino Golinelli, Ordine Dottori Commercialisti, Associazione Sportello Sicurezza e Qualità dell'Abitare, The International Association of Lions Clubs - distretto 108 TB e WWF Sezione Bologna Metropolitana.

Per agire il cambiamento e dare una svolta verde all'economia e agli stili di vita è fondamentale coinvolgere sia gli attori pubblici e privati che la cittadinanza.

Maggiori informazioni sul PAES.

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)