Edilizia sociale "verde"

22 Marzo 2013

Leader del progetto europeo Build SEE, dedicato alla rigenerazione e riqualificazione energetica degli insediamenti di edilizia sociale, Bologna e la sua Università guidano la ricerca di soluzioni innovative a ridotto impatto ambientale per il Sud-Est Europa.

Partner italiani del progetto, finanziato all'interno del programma di cooperazione transnazionale SEE (South East Europe), sono la FAM, Fondazione Alma Mater, il Settore Servizi per l'Abitare del Comune  e il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Industriale "Edilizia e Costruzioni" di UniBO, con il supporto della Direzione per le attività produttive, commercio e turismo della Regione Emilia-Romagna.

In due anni e con un contributo locale superiore ai 600.000 euro, "il progetto - sottolinea l'assessore alle Politiche Abitative, Riccardo Malagoli - avrà delle ricadute concrete sulla costruzione di edifici di classe A e sulla riqualificazione di edifici ERP esistenti, potenziando i risultati di quello che è un obiettivo centrale del Piano Strategico Metropolitano".

Il progetto Build - SEE ha l'obiettivo di definire le linee guida per un modello condiviso di insediamento urbano che coniughi le esigenze di edilizia sociale e un ridotto impatto ambientale, per dotare pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini, di  strumenti, indicazioni pratiche e piani di azione idonei a colmare la distanza rispetto alle indicazioni UE e raggiungere quindi un basso impatto ambientale.

 

 

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)

Documenti scaricabili: