Diritti in campo, 19-20 giugno, una partita di calcio lunga 24h contro la discriminazione

18 Giugno 2015

Il calcio d'inizo è alle 21 di venerdì 19 giugno per Diritti in campo, la 24 ore senza mai fermare il pallone, una maratona di calcio a 7 per i diritti, contro ogni tipo di discriminazione che si svolge alla Polisportiva Pontelungo.

L'iniziativa è promossa da Accaparlante, Aics, Arci, ArciLesbica Bologna, Bandiera Gialla, Bugs Bologna, il Cassero, il Centro Interculturale Zonarelli, il Forum del Terzo Settore di Bologna, Piazza Grande, Uisp, W il calcio  con la collaborazione di Coop Adriatica.

Lo sport è unione, e ognuno nello sport, come nella vita ha il diritto di sentirsi se stesso. Simbolo della manifestazione una banana, frutto spesso utilizzato in maniera vile per episodi di razzismo, in particolare nel calcio. 

Prima del calcio d'inizio dalle ore 18.30 si terrà la tavola rotonda con ospiti d'eccezione Renzo Ulivieri e Katia Serra, per presentare alle istituzioni idee e progetti come il Patto Diritti in campo per promuovere iniziative e un codice etico contro le discriminazioni sul campo e nella società.

Tra le proposte anche una raccolta di firme per intitolare la Curva San Luca dello stadio Dall'Ara ad Arpad Weisz , allenatore del grande Bologna vincitore di due scudetti e deportato ad Auschwitz.