Danni della grandinata, da mercoledì 26 giugno i bambini della scuola Follereau saranno ospitati alla primaria Don Marella

23 Giugno 2019
[aggiornamento di martedì 25 giugno]

Gli alunni della scuola d’infanzia comunale Follereau saranno ospitati da mercoledì 26 giugno alla scuola primaria Don Marella di via Populonia (IC 12). Questa la soluzione trovata dal Comune di Bologna per gli ultimi tre giorni di scuola dei bambini che attualmente frequentano la scuola Follereau, chiusa da lunedì scorso a causa dei danni provocati dalla grandinata che ha colpito la città sabato 22 giugno. L’orario di funzionamento da mercoledì 26 giugno a venerdì 28 giugno, cioè negli ultimi tre giorni di scuola, sarà dalle 7.30 alle 13.30, compreso il pasto.

Il Comune ha trovato una sede alternativa anche il per centro estivo per bambini in età 3-6 anni che era in programma dall’1 al 26 luglio alla Follereau, gestito dall’Associazione “Nunù per l’infanzia”. Il centro estivo si svolgerà alla scuola d’infanzia comunale San Domenico Savio di via Golinelli, il gestore in queste ore sta provvedendo a contattare direttamente gli iscritti per informarli della diversa collocazione.

Sono ancora in corso i lavori per ripristinare le condizioni di sicurezza al nido Trottola di via Bombicci, che riaprirà invece lunedì 1 luglio e rimarrà attivo, come previsto, per le prime tre settimane di luglio.

 
------
 
[aggiornamento di lunedì 24 giugno]
A due giorni dalla grandinata che sabato 22 giugno ha colpito la città di Bologna, il Comune è impegnato nel ripristino degli immobili danneggiati e nel monitoraggio del patrimonio e invoca lo stato di emergenza: l’assessore alla protezione civile Alberto Aitini è in contatto con l’assessore regionale Paola Gazzolo per seguire da vicino l’iter della richiesta dello stato di emergenza nazionale avanzata dalla Regione a Roma.
 
In città questa è la situazione delle tre scuole più colpite: il nido Roselle di via Roselle riaprirà nella giornata martedì 25 giugno; il nido Trottola di via Bombicci, dove si sono rotti alcuni vetri e distaccati dei pannelli interni, nella giornata di martedì 25 giugno resterà ancora chiuso. La situazione più pesante si è registrata nella scuola d’infanzia Follereau di viale Felsina: qui il violento temporale di sabato ha provocato danni ingenti che non rendono possibile il ripristino delle condizioni di sicurezza in tempi brevi. La vicesindaco con delega alla scuola, Marilena Pillati, sta valutando insieme all’Istituzione Educazione e Scuola (Ies) una soluzione alternativa da offrire alle famiglie dei bambini per gli ultimi giorni di attività (le scuole d’infanzia sono infatti aperte fino a venerdì 28 giugno), mentre sarà comunicata nelle prossime ore la sede del centro estivo che avrebbe dovuto essere ospitato alle Follereau.

Dalla mattinata di lunedì 24 giugno i tecnici del Comune sono al lavoro in un’ottantina di scuole dove la grandinata ha prodotto danni minori. Per quanto riguarda il verde pubblico, gli alberi hanno retto la violenza dell’episodio di sabato scorso e si è registrata solo la caduta di qualche ramo: è in corso comunque il monitoraggio di tutto il patrimonio per eliminare il rischio di rami pericolanti. I tecnici della manutenzione del verde sono inoltre intervenuti in una cinquantina di aree scolastiche per effettuare il controllo e la pulizia degli spazi verdi. Ci vorranno alcuni giorni poi per concludere la pulizia di strade e marciapiedi dall’ingente quantità di foglie cadute durante la grandinata.

------

 
[aggiornamento di domenica 23 giugno ore 18
Quando la ricognizione sullo stato delle scuole nelle zone maggiormente colpite dalla grandinata di ieri pomeriggio è giunta quasi a conclusione, sono tre le strutture che il Comune di Bologna ha valutato di tenere chiuse nella giornata di ‪lunedì 24 giugno‬: il nido e la scuola Roselle di via Roselle, il nido Trottola di via Bombicci e la scuola d’infanzia Follereau di viale Felsina, tutte nel Quartiere Savena. I tecnici comunali hanno verificato nelle strutture oltre alla rottura dei vetri anche il distacco di alcuni pannelli interni, conseguenza del violento temporale di ieri pomeriggio, pertanto è necessario chiuderle e intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza. 
Il monitoraggio sta proseguendo in queste ore nelle scuole delle zone più colpite.

------

Dalla serata di sabato 22 giugno, immediatamente dopo la grandinata che ha colpito la città, i tecnici comunali della manutenzione delle scuole stanno svolgendo la ricognizione delle strutture per verificare eventuali conseguenze. Al termine, nel corso di domenica 23 giugno, sarà comunicato l'esito dei controlli e le relative misure, compresa l'eventuale chiusura di qualche scuola per i danni subiti.