Dal 15 settembre scatta il ticket per i bus turistici che scelgono di arrivare in piazza Malpighi 

30 Agosto 2018

Da sabato 15 settembre i pullman turistici che vorranno arrivare in piazza Malpighi, cioè nell'unica fermata consentita all'interno della Zona Traffico Limitato (Ztl), dovranno pagare un ticket di accesso di 100 euro al giorno. La decisione fa seguito alla delibera approvata dal Consiglio comunale il 23 ottobre 2017 in materia di mobilità sostenibile, accessi alla Ztl e tariffe della sosta. Prosegue intanto il confronto con le associazioni di categoria per individuare le modalità per applicare eventuali scontistiche.

Il ticket è acquistabile on line (effettuando il pagamento con carta di credito o bonifico on line) a partire da sabato 1 settembre, all’indirizzo https://solweb.tper.it/sl/ticket-bus-turistici. Il pagamento si può effettuare indicando la targa del veicolo e la giornata di utilizzo. In uno stesso ordine possono essere acquistati anche più ticket. Sempre online è prevista inoltre la possibilità di modificare i dati di uno o più ticket non ancora utilizzati, fino al giorno prima rispetto alla data di utilizzo.

Il pagamento consentirà ai bus turistici di accedere alla Ztl per raggiungere la fermata di piazza Malpighi e far scendere i passeggeri per un tempo massimo di 20 minuti. Il percorso da seguire per non incorrere in sanzioni è il seguente: accesso da Porta Sant’Isaia, via Sant’Isaia, piazza Malpighi. Uscita da via Marconi, piazza dei Martiri, via don Minzoni fino ai viali di circonvallazione.

I passeggeri dovranno poi risalire sul pullman in Autostazione, come già avviene oggi.

Per avvicinarsi il più possibile al centro storico e far scendere i passeggeri dei bus turistici senza pagare ticket di accesso rimane valida la possibilità di utilizzare l'Autostazione oppure la fermata di piazza di Porta San Mamolo - in corrispondenza del Mercato Rionale - in cui è possibile sostare per la salita e la discesa dei passeggeri per un tempo massimo di 5 minuti.

In questa prima fase non saranno modificate le modalità di accesso dei bus con licenza della Città Metropolitana di Bologna, rilasciata dall’Agenzia della Mobilità SRM, e dei bus in servizio di navetta urbana che continuano ad accedere alla Ztl gratuitamente.

Nulla cambia per gli scuolabus che fanno trasporto scolastico per conto dei Comuni della Città Metropolitana di Bologna, che continuano a essere inseriti gratuitamente nel sistema di accesso alla Ztl a seguito di comunicazione da parte dei Comuni per cui operano.

Rimangono invariate le modalità di accesso agli alberghi della Ztl del centro storico e della zona università. L’accesso è sempre gratuito e la comunicazione al Comune rimane in capo agli alberghi.

Infine, come in passato, i bus turistici possono circolare nelle corsie preferenziali di Bologna esterne al centro storico senza essere sanzionati e senza necessità di comunicare il passaggio.

Ordinanza