Conoscere e riconoscere gli alberi della città. Dal 17 marzo i nuovi appuntamenti

10 Marzo 2016
immagine di parco cittadino

Dal 17 marzo al 10 novembre tornano gli appuntamenti pomeridiani dedicati alla visita di parchi e giardini pubblici di Bologna e al riconoscimento delle specie arboree e arbustive che li caratterizzano.

Si inizia dal Parco dei noci, a Borgo Panigale, per scoprire pioppi e salici sulle rive del Reno; in aprile l'appuntamento sarà al Parco Nicholas Green (quartiere Reno) tra vecchi alberi da frutto e nuove introduzioni nei terreni dell’ex Villa Contri; in maggio visiteremo il Giardino di Villa Torchi al Navile per proseguire in giugno con il Giardino Mario Maragi, un articolato angolo di verde lungo la ciclabile che porta dal quartiere S. Vitale a S. Lazzaro.

Le viste continueranno anche nei mesi più caldi: a luglio scopriremo il Giardino Ospedale Maggiore, un insolito “bosco” lungo la via Emilia, mente in agosto sosteremo all’ombra di grandi cedri in un piccolo e nascosto giardino del centro storico in Santo Stefano.

In settembre esploreremo la maggiore delle aree che compongono la trama verde ai lati di viale Lenin a quartiere Savena, nel Giardino Vittime della Uno Bianca e a ottobre ammireremo lo spettacolo del foliage nel parco bolognese più ricco di biodiversità botanica: l'Arboreto del Pilastro a San Donato.

Ultimo appuntamento a novembre dove visiteremo gli alberi esotici monumentali intorno alla villa settecentesca nel Giardino di Villa delle Rose, in Saragozza.

Come negli anni passati le passeggiate hanno cadenza mensile, da marzo a novembre; cambia invece il giorno della settimana che diventa il giovedì.

Le passeggiate sono un’opportunità per avvicinarsi al mondo degli alberi attraverso l’osservazione, con il supporto di un esperto della Fondazione Villa Ghigi e l’ausilio di vari strumenti a disposizione, dai manuali botanici sino alle tante possibilità rinvenibili nella rete.

I nove incontri sono anche occasioni per camminare all’aria aperta, scoprire, visitare e fotografare angoli verdi non sempre conosciuti della città o anche soltanto vedere con occhi diversi le proprie mete abituali del tempo libero e togliersi la curiosità di conoscere l’albero che ombreggia la nostra panchina preferita.

Gli incontri sono aperti sia agli adulti che ai ragazzi e ai bambini, sono gratuiti e non occorre prenotazione; in caso di forte maltempo non vengono effettuati.

Informazioni: Fondazione Villa Ghigi - tel. 051 3399084-3399120 - info@fondazionevillaghigi.it.

 

Documenti scaricabili: