“Bologna non dimentica!”, Tomax Teatro e Spi CGIL portano nelle scuole i testimoni del 2 agosto

29 Gennaio 2020
foto di gruppo tomax teatro e spi cgil progetto 2 agosto con la vicesindaco Marilena Pillati

È dedicato al 40esimo anniversario della strage di Bologna del 2 agosto 1980 il progetto che Tomax Teatro rivolge quest’anno alle nuove generazioni: entrerà nelle scuole il 6 febbraio e condurrà i ragazzi del liceo Laura Bassi e delle scuole Manzoni in un percorso che li vedrà debuttare a maggio nella rassegna delle scuole dell’Arena del sole con uno spettacolo interamente scritto ed interpretato da loro.

Il progetto “Bologna non dimentica!”, ideato da Tomax Teatro, è nato da una proposta dello Spi-CGIL Emilia-Romagna con cui l’associazione Tomax Teatro collabora da anni. I professori concederanno le proprie ore di lezione per coinvolgere i ragazzi in un percorso creativo multidisciplinare che utilizza l’arte come strumento per preservare memoria, nella convinzione che la scuola possa offrire una formazione anche a livello umano oltre che cognitivo.

Al primo incontro, che si svolgerà nell’aula magna delle scuole coinvolgendo tutti gli studenti dei due istituti, i ragazzi avranno la doppia opportunità di comprendere la tematica sia a livello intellettuale, grazie alla presenza del giudice Libero Mancuso e dello storico e giornalista Gianni Flamini, sia a livello emozionale, grazie alle testimonianze di chi quel tragico giorno lo ha vissuto davvero e svolge il suo lavoro per l’Associazione familiari delle vittime del 2 agosto.

Seguiranno 24 appuntamenti mattutini con le singole classi, in cui i ragazzi faranno ricerche sulle tematiche esplorando nuove storie da poter trascrivere in chiave drammaturgica, fino alla stesura del copione teatrale che essi stessi interpreteranno nella messa in scena finale. Al ruolo di scrittore si aggiungeranno quindi quelli di attore, costumista, musicista, assistente alla regia, ed ogni studente avrà la possibilità di trovare la propria collocazione in base alle proprie inclinazioni

Lo spettacolo andrà in scena in maggio all’interno della rassegna che l’Arena del Sole dedica alle scuole, con la regia di Alice De Toma e Max Giudici, fondatori dell’associazione Tomax Teatro e che da 10 anni lavorano a progetti di teatro civile, sui filoni memoria, legalità e diritti. In questi anni sono state trattate tematiche come l’immigrazione, la Resistenza, la Costituzione, la lotta alla mafia, la sanità mentale, i diritti umani.

Proprio questa settimana, per il filone “’diritti’ Tomax Teatro inaugura i laboratori gratuiti del progetto Nessuno escluso, che spettacolo!, che grazie al contributo del Comune di Bologna e dell’attrice Alessandra Frabetti, offriranno una opportunità di inclusione a quegli attori sociali le cui possibilità di partecipazione risultano, per ragioni economiche o sociali, particolarmente compromesse. Per partecipare è necessario scrivere una mail a progetti@tomaxteatro.it.

Il percorso Bologna dimentica! è invece rivolto alle nuove generazioni e si pone l’obiettivo di preservare la memoria favorendo contestualmente la partecipazione democratica e l’impegno civile, attraverso forme di espressione artistica come il teatro, la scrittura e il cinema, affinché, scoprendo se stessi come parte di una collettività, diventino cittadini attivi e consapevoli.

Il progetto è offerto gratuitamente alle scuole grazie al sostegno dello Spi-Cgil Emilia-Romagna e della Fondazione del monte di Bologna e Ravenna, e gode del patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Città Metropolitana di Bologna, Assemblea legislativa regionale, ed è inserito all’interno del programma conCittadini dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.