"Bologna ci sta a cuore", 25 nuovi defibrillatori per le scuole secondarie della città grazie a Lavoropiù

27 Gennaio 2020
consegna defibrillatori al liceo Minghetti

Tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado di Bologna saranno dotate di un defibrillatore. Prosegue e si amplia il progetto “Bologna ci sta a cuore” con il quale negli scorsi mesi sono stati donati dell’agenzia per il lavoro Lavoropiù 64 defibrillatori per le palestre scolastiche del Comune di Bologna che, in orario extrascolastico, vengono utilizzate per attività sportive.

L’attenzione ora si sposta sui plessi delle scuole secondarie di primo e secondo grado che ancora non hanno nei propri plessi questo indispensabile dispositivo salvavita: per rendere cardio-protette tutte queste scuole Lavoropiù ha donato 25 nuovi defibrillatori.

Giovedì 23 gennaio sono avvenute le prime due consegne in due Istituti superiori del centro storico, il liceo ginnasio “Marco Minghetti” e l’Istituto professionale “Aldrovandi-Rubbiani”. Alla consegna erano presenti rappresentanti dell’Amministrazione comunale, dell’Ufficio Scolastico Regionale, di Lavoropiù e del 118. E ancora, i dirigenti scolastici, gli insegnanti e gli studenti dei due Istituti coinvolti. Nei prossimi giorni verranno effettuate tutte le altre consegne.

A studenti e insegnanti è inoltre stata presentata l’applicazione gratuita per smartphone DAE RespondER, sviluppata dal 118 con l'obiettivo di contribuire a ridurre i tempi di intervento sui CODICI BLU, ovvero sui casi di Arresto Cardio Respiratorio (ACR) presunto, che si verificano sul territorio della Regione Emilia-Romagna. L’App consente a chiunque di intervenire in caso di arresto cardiaco segnalando il defibrillatore più vicino, con l’aiuto e la guida di un operatore del 118.