I Bologna Tigers, campioni d’Italia di subbuteo, ricevuti a Palazzo d’Accursio.

3 Luglio 2019

Si sono laureati campioni d’Italia di subbuteo, il tradizionale gioco del calcio da tavolo, prevalendo su tutte le rivali. La squadra dei Bologna Tigers, con il presidente Riccardo Marinucci in testa, sono stati ricevuti nella sala Rossa di Palazzo d’Accursio per un riconoscimento.

“È sempre motivo d’orgoglio- afferma l’assessore allo Sport Matteo Lepore- ricevere chi si è contraddistinto a livello eccellente in una competizione. Siete campioni d’Italia e questo vi rende grande onore.”

Il team bolognese ha vinto affrontando il campionato di serie A composto da 12 squadre, concludendo in trionfo e conquistando lo scudetto subbuteo tradizionale, quello che si gioca con il materiale degli anni’70/’80.  Un movimento, quello del subbuteo, che conta 45 formazioni, suddivise tra serie A-B-C-D.

L’organico annovera 25 tesserati, e ad ogni incontro vengono convocati 4 giocatori e 2 riserve, a seconda delle condizioni di forma del momento. Si disputano 4 incontri in contemporanea e ad ogni vittoria si conquista un punto. La somma dei punti al termine degli scontri determina il punteggio finale della sfida. La squadra ha anche il suo tocco d’internazionalità grazie all’inserimento di un giocatore greco,  di uno spagnolo e di uno portoghese. Per la prossima stagione verrà inserito nell’organico un nuovo atleta greco, campione europeo in carica Under 19.

Il campo da gioco dei Bologna Tigers è il PalaSavena, mentre gli allenamenti si affrontano al Centro sportivo Dozza.

Altro motivo per cui andare fieri è stata la conquista della qualificazione alla Champions League, manifestazione che andrà in scena il 25-25 ottobre prossimi a Caen, in Normandia.