Bimbi protetti nelle strade: la sicurezza stradale comincia nei corsi prenatali

19 Febbraio 2015

Grazie a un accordo con la Polizia Municipale, i corsi di preparazione alla nascita del DIMEC forniranno ai futuri genitori corrette informazioni anche in materia di trasporto dei bebè: dal quotidiano trasporto in auto, alla bicicletta, fino alla moto, tenendo conto anche delle diverse fasi di crescita dei piccoli. È l'obiettivo del progetto Trasporto Sicuro - Bimbi Protetti, promosso e organizzato dal Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche - DIMEC dell’Università di Bologna, in collaborazione con il Corpo di Polizia Municipale di Bologna - Ufficio di Educazione Stradale nell’ambito dei Corsi di preparazione alla nascita gestiti dal DIMEC.

Il progetto ruota attorno ad un format creato per l’occasione che prevede un incontro frontale della durata di circa due ore con personale dell'Ufficio di Educazione Stradale della Polizia Municipale. A sei e a nove mesi di distanza dall’incontro, poi, saranno messi a disposizione dei partecipanti, via e-mail, due ulteriori documenti informativi. Lo scopo è sensibilizzare non solo i futuri genitori ma tutti i componenti del nucleo familiare ad una educazione stradale legata sempre più ad un concetto di prevenzione del rischio.

Questa modalità di incontro e comunicazione è una novità assoluta nell’ambito dei Corsi di preparazione alla nascita, per l’anno 2015 ne sono programmati 35, con una previsione di partecipazione di oltre 650 gestanti.

Attraverso questa iniziativa si vuole creare un rinforzo della cultura della sicurezza stradale che abbia come prerogativa l’abitudine ad un comportamento corretto nel rispetto delle norme vigenti, per l’incolumità di se stessi e dei passeggeri, a maggior ragione quando si tratta di neonati e di bimbi. L'augurio, inoltre, è che questi corsi possano diventare anche un ponte ideale con le tante altre attività che il Corpo di Polizia Municipale del Comune di Bologna svolge ormai da anni in tutte le scuole di ordine e grado.