Bando per il nuovo Garante per i diritti dei detenuti, la scadenza è il 31 marzo

27 Marzo 2017

Il Comune di Bologna ha aperto il bando per individuare il nuovo Garante per i diritti delle persone private della libertà personale, visto che il 23 luglio prossimo scadrà il mandato dell'attuale Garante, Elisabetta Laganà, eletta il 23 luglio del 2012. La Presidenza del Consiglio comunale ha avviato l'iter per individuare la nuova figura: c'è tempo fino al 31 marzo per avanzare le candidature.

“Con l'apertura del bando – afferma la Presidente del Consiglio comunale, Luisa Guidone – confermiamo l'adozione di una procedura aperta e trasparente. Desidero ringraziare la Garante in carica, Elisabetta Laganà, che ha svolto il suo compito in questi anni con passione e competenza. Il Garante per i diritti delle persone private della liberta' personale e' figura molto importante per il Consiglio comunale, che già in questi primi mesi di mandato ha dimostrato di essere molto sensibile a questi temi. La Presidenza del Consiglio infatti, in accordo con tutti i Gruppi consiliari, ha già chiesto di calendarizzare visite nelle carceri della città: su questo è mio preciso impegno lavorare e il nuovo Garante sarà, insieme al Consiglio, protagonista di questo percorso”.

Il Garante per i diritti delle persone private della libertà personale, previsto dallo Statuto del Comune di Bologna ed eletto dal Consiglio comunale è una figura istituzionale che opera in piena libertà ed indipendenza per il rispetto della dignità delle persone private della libertà personale; negli istituti di pena vigila sul rispetto dei diritti, attivandosi nei casi di compressione o mancato esercizio di essi al fine di sollecitare ogni utile intervento presso le istituzioni competenti. Svolge attività di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti umani e sulla finalità rieducativa della pena, avvicinando la comunità locale al carcere.

Il bando è consultabile online.