Nuova vita per i “ravaldoni”, le biciclette abbandonate in strada. Online l'avviso pubblico per un riuso inclusivo

4 Gennaio 2021

È online l’avviso pubblico per raccogliere proposte di collaborazione da parte di associazioni o cooperative sociali per il riutilizzo delle biciclette abbandonate in strade e aree pubbliche, ma che possono avere parti ancora funzionanti da utilizzare per la riparazione di una nuova bicicletta. 

Favorire la mobilità sostenibile, proteggere l’ambiente, promuovere il riuso e il recupero delle biciclette abbandonate in città sono gli abiettivi del progetto. 

Le biciclette abbandonate saranno recuperate da una ditta incaricata dall’Amministrazione e custodite presso i propri locali per dieci giorni al massimo, in modo da permetterne la valutazione e il riuso.

Il recupero dei mezzi prevede la riparazione, il riassemblaggio o il riutilizzo di parti e componenti meccaniche per realizzare o riparare altre biciclette da destinare alla circolazione anche a favore di soggetti fragili o vulnerabili. I soggetti che aderiscono all’avviso pubblico potranno così scegliere le bici utili al riuso tra quelle recuperate e depositate presso la ditta autorizzata.

Al momento la procedura di recupero delle biciclette abbandonate, in quanto prive di alcune parti essenziali, distorte, arrugginite o in sosta da lungo tempo, nell'impossibilità di identificare il proprietario, prevede la pubblicazione di un avviso per 10 giorni. Se nei 10 giorni non accade nulla, la bicicletta viene rimossa e prima della demolizione viene custodita presso la ditta incaricata altri 10 giorni, di cui 5 giorni a disposizione del legittimo detentore e 5 giorni a disposizione dell'associazione/cooperativa sociale ai fini del riuso.

Le proposte di collaborazione devono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica CittadinanzaAttiva@comune.bologna.it, specificando nell’oggetto: “Proposta di collaborazione per recupero bici abbandonate”.

L'avviso pubblico scadrà l'11 gennaio 2021.

Leggi l’avviso pubblico.