Bologna fa rima con cinema: avviato il cantiere all'ex Giuriolo e il grande schermo torna in Piazza Maggiore

6 Giugno 2020

Cinema e buone notizie: è partito il cantiere dell’ex parcheggio Giuriolo, futura sede dell’Archivio film della Cineteca di Bologna e del laboratorio di restauro cinematografico L’Immagine Ritrovata; anche in quest’anno difficile torna il cinema nella sala più bella del mondo, Piazza Maggiore, e torna anche il festival Il Cinema Ritrovato, che si terrà alla fine di agosto.

Il cantiere al Giuriolo
I lavori appena iniziati all’ex parcheggio Giuriolo lo trasformeranno nel nuovo polo, dedicato al patrimonio cinematografico e alla memoria cittadina, che non ha precedenti nel mondo, grazie alla trasformazione degli spazi nella nuova sede, da un lato, dell’Archivio film della Cineteca di Bologna (con un patrimonio di 80mila titoli filmici, e fondi di immenso valore storico per il cinema italiano e mondiale e per la fotografia), e, dall’altro lato, del laboratorio di restauro L’Immagine Ritrovata, considerato oggi un punto di riferimento assoluto a livello internazionale. Nuovi spazi che si apriranno anche al pubblico, che potrà così conoscere il patrimonio e il lavoro che la Cineteca di Bologna svolge nella conservazione, nel restauro e nella diffusione dei capolavori della storia del cinema, con la presenza di una sala cinematografica, un’area per proiezioni all’aperto nella stagione estiva. Un intervento che si inserisce nel piano di riqualificazione delle aree periferiche promosso dal Piano Periferie per la città di Bologna e che, nello specifico, ha già registrato l’adesione di diversi partner privati: Marposs, IMA, Gruppo Hera, G.D., Manifatture Sigaro Toscano.

Leggi tutti i progetti del Piano Periferie.

Il cinema più bello del mondo in Piazza Maggiore
Confermate le rassegne Sotto le stelle del Cinema e Il Cinema Ritrovato. Dopo le nuove norme che consentono la possibilità di accesso al pubblico, seppur limitato nel numero, per gli spettacoli all’aperto, la Cineteca sta lavorando alle diverse opzioni per la realizzazione delle proiezioni in massima sicurezza, ipotizzando un numero di 1.000 spettatori a sera e disegnando un programma che copra un arco di tempo uguale a quello degli scorsi anni, con più di 50 serate, dal 4 luglio al primo settembre. Presto sarà svelato il programma della rassegna e le modalità di prenotazione e accesso alle proiezioni. 

La XXXIV edizione del festival Il Cinema Ritrovato si svolgerà invece dal 25 al 31 agosto, come ideale apice di Sotto le stelle del cinema. La squadra dei curatori del festival (composta da Gian Luca Farinelli, Cecilia Cenciarelli, Mariann Lewinsky, Ehsan Khoshbakht) e il comitato scientifico internazionale erano naturalmente già al lavoro da mesi e questa edizione del Cinema Ritrovato, in parte ridisegnata, rispecchierà questo lavoro e troverà “casa” sia in sala, sia in Piazza Maggiore, sia online.

“Era solo un desiderio, ora è realtà: il cinema più bello del mondo torna in Piazza Maggiore - afferma l’assessore alla cultura Matteo Lepore -. Abbiamo lavorato con la Cineteca per riportare il grande schermo al servizio della città, e ci siamo riusciti. Lo faremo nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, garantendo distanze e numeri adeguati che permettano a cittadini e turisti di godersi le serate in piazza. Hanno preso il via anche i lavori al Giuriolo, un cantiere frutto di un investimento dello Stato e del Comune. Un’altra opera che parte appena finito il lockdown, segno di una Bologna laboriosa che ha voglia di farcela”.