Arriva la "Trenta terapia", per promuovere il limite dei 30 all'ora in città

15 Ottobre 2014

Al via la campagna promossa dal Comune di Bologna che punta a convincere chi si mette in strada a evitare i picchi di velocità, mantenendo l'andatura costante, rispettando i limiti  dei 30 km/h dentro le mura e nelle zone 30 e dei 50 nel resto dell’area urbana.

Risparmio del carburante, dimezzamento degli incidenti e diminuzione dello stress alla guida: sono queste le promesse della campagna 30elode, che invita i guidatori di mezzi a motore a rispettare i limiti di velocità senza allungare in modo significativo i tempi di percorrenza. Secondo il centro studi di Berna, infatti, tra guidare rispettando il limite dei 50 e quello dei 30, si aggiungono solo 10 secondi per ogni kilometro.

Oltre alla campagna di comunicazione, eventi di sensibilizzazione nelle strade delle zone 30 di via Andrea Costa - in via di realizzazione - e di via Bassano del Grappa nei dintorni delle scuole Savio, già realizzata. Nelle prossime due settimane gli utenti delle aree interessate incontreranno dei volontari che sensibilizzeranno i cittadini sul tema della velocità e dei suoi effetti con quiz a premi e spettacoli di giocoleria.

La campagna è realizzata da Monte Sole Bike Group e Salvaiciclisti, vincitrici di un bando rivolto alle Libere Forme Associative del Settore Mobilità del Comune, con il sostegno del Ministero dell’Ambiente e della Regione Emilia Romagna.