Bologna welfare. La rete dei servizi e delle opportunità del Comune di Bologna in una App

8 Novembre 2019

È disponibile gratuitamente sugli app store per smartphone (Google Play Store e App Store IOS) “Bologna Welfare”, la nuova app gratuita del Comune di Bologna.

"Abbiamo voluto sfruttare le opportunità che ci offre la tecnologia per semplificare la vita ai cittadini, dichiara l'assessore alla Sanità e Welfare Giuliano Barigazzi, l'idea è quella di mettere il cittadino al centro di questa app. È uno strumento che si struttura su due livelli: uno più informativo, in cui non ci sarà bisogno di alcuna autenticazione, con cui si potranno cercare tutti i servizi del welfare disponibili in città, accedendo subito a tantissime informazioni su orari di apertura, geolocalizzazione o modalità di contatto. Un secondo livello, al quale si accede con credenziali Spid, tramite il quale si potranno inoltrare già le domande per ricevere i sussidi o altri tipi di benefici economici a cui si ha diritto, senza doversi più presentare allo sportello. Il tutto in un'ottica di accoglienza nei confronti di tutti i nostri cittadini".

Realizzata e coprogettata in collaborazione con la società A Software Factory, “Bologna Welfare” permette di navigare liberamente nella mappa del welfare cittadino, usufruire di sconti e agevolazioni presso negozi e servizi convenzionati, presentare online domande per contributi e sussidi di welfare, informarsi e consultare le notizie più rilevanti.

Chi utilizza l’applicazione può ricercare e filtrare le risorse e tutti i contenuti, interagire e dialogare direttamente con il Comune e con gli sportelli e i servizi presenti sul territorio, rilasciando commenti e condividendo informazioni.
La funzionalità di ricerca delle risorse è libera e aperta a tutti. Sono oltre seicento le risorse di welfare localizzabili e contattabili direttamente dallo smartphone, tra sportelli sociali e interculturali del Comune e di ASP Città di Bologna, URP. comunali, Case della Salute e poliambulatori AUSL, Caf e patronati sociali, case residenze anziani, case di riposo e altre strutture, società e cooperative per l’erogazione di servizi domiciliari, residenziali e semiresidenziali, servizi di prossimità, associazioni di volontariato, centri di assistenza legale e antiviolenza. Sono inoltre localizzabili i 1900 stalli di parcheggio per disabili ubicati nel territorio comunale. Grazie al sistema di geolocalizzazione l’app consente di calcolare il percorso per raggiungere servizi di interesse, telefonare o inviare email direttamente, accedere ai siti web, visualizzare le risorse su mappa e conoscerne gli orari di apertura.

Con l’app “Bologna Welfare” è inoltre possibile accedere a uno sportello virtuale, ma è necessario avere delle credenziali digitali personali SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale). Grazie alla collaborazione con sindacati e associazioni del terzo settore e con Lepida ScpA, la società in-house del Comune di Bologna e provider per il rilascio gratuito di credenziali digitali Lepida ID SPID, è assicurato il supporto ai cittadini per l’ottenimento delle credenziali.
Connettendosi alla app con il proprio SPID sarà possibile, per le famiglie che non superano determinate soglie di reddito, usufruire di agevolazioni e sconti presso negozi e servizi convenzionati con il Comune.  L’app “Bologna Welfare” è predisposta per superare la tessera Family Card che, quindi, sarà ora usufruibile attraverso lo smartphone. Le funzionalità legate alla possibilità di avere sconti sulla spesa saranno possibili a breve e ne verrà data apposita comunicazione.
I requisiti reddituali e familiari per accedere variano a seconda delle tipologie di sconto (tutti i dettagli sulla pagina dello Sportello sociale di Iperbole) e verranno verificati direttamente dall’app attraverso l’integrazione con il sistema di anagrafe e il database INPS-ISEE.

Sempre con credenziali digitali personali SPID è infine possibile presentare tramite l’app “Bologna Welfare” le domande online per la concessione di contributi e sussidi economici, come l’assegno di maternità, l’assegno al nucleo familiare numeroso, i bonus energia elettrica, gas e idrico e altri sussidi.
Anche in questo caso i dati e la verifica della residenza, dello stato di famiglia e della attestazione ISEE sono automatizzati e il cittadino non deve dichiarare o allegare nulla. Eventuali documenti, qualora richiesti, potranno essere allegati tramite smartphone. Complessivamente queste funzionalità interesseranno una platea di oltre diecimila famiglie.

Per maggiori informazioni sulle funzionalità dell’App Bologna Welfare consultare il sito www.comune.bologna.it/sportellosociale
Per maggiori informazioni sul rilascio gratuito delle credenziali Lepida ID SPID consultare Iperbole