Aperto fino al 20 luglio il bando per progetti legati al Terra di Tutti Art Festival

26 Giugno 2015

Un bando di finanziamento aperto fino al 20 luglio, rivolto ad associazioni, artisti ed enti locali, nazionali ed europei, per progetti comunicativi, artistici e culturali da realizzare nell’ambito del Terra di tutti art festival, la rassegna di cinema sociale e arti performative su diritti, comunità e collaborazione, che è nata nel 2007 come festival di cinema e si allarga, alla ricerca di linguaggi multipli per sensibilizzare la popolazione.

Il bando, istituito con Delibera di Giunta il 16 giugno, è la prima attività del progetto AMITIE CODE (Awareness on MIgration, developmenT and human rIghts through local partnerships– Capitalizing on Development) coordinato dal Comune di Bologna e cofinanziato dall’Unione Europea, che investe sul bando 50.000 euro. "Il bando è un'occasione per fare una mappatura delle realtà che lavorano su immigrazione, diritti umani, sviluppo e giustizia sociale, per uscire dagli interventi residuali e tendere a una politica più stutturata che mostri quanto viene fatto sulla cooperazione internazionale e sull'accoglienza dei rifugiati a Bologna", spiega l'assessore alle Relazioni internazionali, Matteo Lepore.

A ciascun progetto selezionato sarà garantito un sostegno finanziario a fondo perduto per un importo compreso tra un minimo di 3.000 euro ed un massimo di 8.000 euro, con l’obiettivo di individuare, valorizzare e mettere in luce esperienze di eccellenza della cooperazione europea sui temi che legano sviluppo e migrazione. Dal momento della presentazione del bando le associazioni, gli artisti e gli enti locali avranno un mese per presentare le loro proposte. Per chi non viene selezionato, ci sarà la possibilità di rendere visibile il proprio lavoro sull'area Comunità della rete civica.

Le esperienze selezionate saranno presentate dal 7 all’11 di ottobre all’interno del Terra di Tutti Art Festival, rassegna organizzata dal 2007 da COSPE e GVC, nella sua edizione speciale 2015 per l’Anno Europeo dello Sviluppo #EYD2015, quest'anno in sinergia anche con il festival Porte aperte dell'associazioneNaufragi.