Andare a vivere da soli oggi è più facile

19 Marzo 2013

Nuove regole e accesso più facile al rimborso delle spese di caparra, allacci e mobilio per  l'avvio alla locazione rivolto ai giovani fino ai 35 anni di età, attraverso un prestito da restituire in tre anni a tasso zero, con rate di pari importo.

Nel 2009 è stato costituito un Fondo di rotazione gestito dal Settore Servizi per l'Abitare, grazie ad un finanziamento del Dipartimento della Gioventù all'interno del progetto “Dalla rete al cohousing”, per un ammontare complessivo di 400.000 euro. Visto il sotto utilizzo del fondo, il Comune ha rinegoziato il protocollo con il Dipartimento e rilanciato il progetto. Il target è ampliato a tutti i giovani di età dai 18 ai 35 anni, per qualsiasi tipologia di contratto di affitto, a canone concordato o libero, ed è aumentata la tipologia delle spese rimborsabili: oltre alla caparra sono comprese le attivazioni delle utenze e l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, fino ad un massimo di 4.000 euro.

La gestione delle richieste è affidata ad ASP Poveri Vergognosi - ufficio Microcredito in via de' Castagnoli 10 - ed è possibile fare domanda fino al 31 dicembre 2013. Per accedere al fondo di rotazione occorre avere registrato un contratto nei sei mesi precedenti la domanda ed essere residenti a Bologna.

Soddisfatto l'assessore alle Politiche Abitative, Riccardo Malagoli, nel "comunicare ai giovani che da oggi è possibile avere un prestito a tasso zero per iniziare un'esperienza di vita autonoma. L'allargamento del sostegno agli studenti universitari rappresenta inoltre un incentivo al contrasto degli affitti in nero".

Maggiori informazioni sul fondo di rotazione.