Al via in Stazione la riqualificazione transitoria di piazza Medaglie d'oro e di viale Pietramellara

23 Aprile 2015
Viali di circonvallazione

Sono partiti questa settimana i lavori per la riqualificazione transitoria di piazza Medaglie d'Oro e di viale Pietramellara, concordata nello scorso autunno tra il Comune di Bologna e il Gruppo Ferrovie dello Stato, per migliorare da subito l'accessibilità, la sicurezza e la qualità urbana del fronte della stazione storica con interventi di basso costo ma di forte beneficio, in particolare per pedoni,  disabili, ciclisti e utenti del trasporto pubblico, in attesa del progetto di restyling integrale di prossima approvazione da parte del CIPE. In questo modo, proseguono i lavori per la riqualificazione degli accessi alla Stazione di Bologna: dopo la riapertura, a nord, della nuova via Carracci riqualificata in corrispondenza della nuova stazione AV, si avviano anche i lavori per la sistemazione degli accessi alla Stazione storica, sul lato sud.

Piazza Medaglie d'Oro

Da fine marzo Grandi Stazioni ha avviato, come da accordi con l’amministrazione comunale, gli interventi per il miglioramento di Piazza Medaglie d'Oro, anche in funzione dei flussi di Expo 2015.

In particolare è stata realizzata una nuova pavimentazione davanti all'ingresso principale e, per rendere più agevoli gli intensi flussi pedonali di accesso e uscita dalla stazione, sono stati allargati i marciapiedi laterali di ingresso e rifiniti con una nuova cordolatura.

Inoltre, sarà ampliata l'area pedonale in corrispondenza della grande aiuola centrale, riordinando contestualmente l'arredo urbano (sono previsti in particolare l'ampliamento della pavimentazione in porfido, lo spostamento verso l'esterno di panchine e cestini, l'eliminazione degli stalli per la sosta dei motorini sostituiti da nuovi posti in via Amendola). Questo intervento consentirà anche di fare spazio, in prospettiva, a un infobox di accoglienza turistica in corso di studio con Bologna Welcome.

Infine, per evitare ingressi e parcheggi abusivi di veicoli privati in piazza Medaglie d'Oro e così migliorare la fluidità dei servizi di trasporto pubblico e la sicurezza dei percorsi pedonali, entro l'estate il Comune procederà a installare due nuovi varchi di telecontrollo degli accessi (RITA), che saranno così effettivamente limitati ai soli autorizzati (cioè essenzialmente bus, taxi, ncc, forze dell'ordine e soccorso, veicoli di servizio FS, handicap).

Viale Pietramellara

Parallelamente sono iniziati da lunedì, a cura del Comune di Bologna, i lavori su viale Pietramellara, per rendere più sicuri e comodi gli attraversamenti pedonali, per migliorare i percorsi pedonali, anche in favore dei disabili, e ciclabili, e per incrementare le possibilità di sosta per le biciclette e per le auto degli accompagnatori.

In particolare, sul lato ovest del viale (verso via Amendola) sarà migliorato l'accesso al Piazzale Ovest della Stazione per chi proviene da via Amendola: saranno eliminate le barriere parapedonali che oggi rappresentano un intralcio per pedoni e carrozzine handicap, sarà allargato il marciapiede sul lato nord molto frequentato in quanto conduce dal semaforo pedonale sul viale fino all'ingresso laterale, e, tramite l'introduzione di attraversamenti ciclabili e 'case avanzate' ai semafori, sarà data continuità alla pista ciclabile da via Amendola fino al medesimo ingresso, molto usato dai ciclo-pendolari visto l'attestamento al piazzale ovest dei treni metropolitani e regionali. Nel medesimo tratto stradale sarà inoltre ricavata un'area aggiuntiva per la sosta breve delle auto, con circa 10 nuovi stalli, disponibili per il carico/scarico rapido di passeggeri e bagagli, che si vanno a sommare a quelli esistenti nell'anello interno della piazza e al piano interrato kiss&ride aperto pochi mesi fa dal lato di via Carracci.

Nel tratto centrale del viale (in corrispondenza di piazza Medaglie d'Oro), sarà introdotta una protezione fisica per tutelare dalla sosta abusiva la fermata del trasporto pubblico sul lato nord del viale (quella antistante l'aiuola centrale), così da garantire regolarità e puntualità alla linea circolare 33 molto usata per arrivare in stazione e oggi fortemente intralciata da fenomeni di parcheggio improprio.

Sul lato est del viale (verso il ponte Matteotti), poi, per dare più sicurezza e spazio ai pedoni e ai ciclisti, saranno ampliati i marciapiedi da entrambi i lati della strada e saranno allargate di alcuni metri le strisce pedonali nel punto oggi più utilizzato per l'attraversamento. Sul lato nord l'ampliamento del marciapiede, preservando i percorsi pedonali, permetterà in più di ricavare nuovi spazi per installare ulteriori rastrelliere per le biciclette e per creare una pista ciclabile che ricongiunge l'uscita dalla stazione da piazza Medaglie d'Oro con la pista esistente sul ponte di via Matteotti e con il tratto di tangenziale della bici di viale Masini. Anche il marciapiede sul lato sud, di collegamento con piazza XX settembre, sarà allargato e riordinato per agevolare il transito pedonale, eliminando ove possibile gli oggetti di arredo incongrui e d'intralcio (pali, etc.). 

Infine, nel cortile interno cosiddetto “ferro di cavallo”, nel piazzale est e in viale Pietramellara saranno aumentate le rastrelliere per la sosta ordinata e sicura delle biciclette, con l'aggiunta da parte di Grandi Stazioni e Comune di circa 600 nuovi stalli. La dotazione totale di rastrelliere a servizio della Stazione arriverà così a raggiungere oltre 2.600 posti bici (considerando le rastrelliere disponibili nelle aree interne ferroviarie e nelle zone esterne di piazza XX settembre e via de' Carracci), a beneficio dei tanti pendolari che sempre più si spostano in modo intermodale con il treno+bici, anche grazie al recente ripristino dell'abbonamento integrato da parte di Regione, Trenitalia e Tper. 

La conclusione di tutti i lavori è prevista per l'inizio dell'estate. Grazie a questi interventi la Stazione Centrale di Bologna sarà più comoda, sicura e accessibile, soprattutto per i pedoni, le persone con disabilità motoria, i ciclisti e gli utenti dei mezzi pubblici.

L'investimento comunale è di 110.000 euro di lavori a cui va aggiunto un 30% fra oneri fiscali e tecnici