Al via la Scuola dei diritti dei cittadini Achille Ardigò

14 Febbraio 2017
Immagine Bologna

Apre i battenti giovedì 16 febbraio alle 15, con una lezione magistrale dell'arcivescovo Zuppi a scienze Politiche, la Scuola dei Diritti dei Cittadini Achille Ardigò, ispirata al pensiero e all’azione dell'illustre sociologo, con l'intento di dare voce e garanzie ai diritti dei cittadini, in particolare nel campo della sanità, dell’assistenza e dei servizi sociali.

Il corso proseguirà con le testimonianze del Sindaco Virginio Merola, il 2 marzo, del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il 23 marzo, e con le lezioni di qualificati docenti dell’Università di Bologna e di Milano. L’incontro conclusivo, il 23 novembre, sarà coordinato dagli assessori Luca Rizzo Nervo e Elisabetta Gualmini e vedrà la presenza delle voci più significative della città, per offrire un'attenta analisi della tutela dei diritti dei cittadini.

L'obiettivo è quello di mettere il cittadino, utente dei servizi pubblici locali di sanità e di assistenza, nella condizione di essere più informato, possibilmente in tempo reale con la rete, e quindi di avere più conoscenze e più potere nella difesa dei propri diritti.

Su questi temi la Scuola, che si rivolge ai singoli cittadini ma anche alle associazioni di volontariato, intende contribuire alla formazione di una nuova cultura politica e istituzionale, promuovendo forme di trasparenza nella conoscenza delle condizioni di accesso dei cittadini ai servizi, come ad esempio le liste di attesa nella sanità e al pronto soccorso, dei dati sulla salute nel territorio e delle condizioni di accesso all'assistenza sociale.