Al via domenica 14 ottobre la quarta stagione del Teatro degli Angeli

11 Ottobre 2018

Al via la quarta stagione del Teatro degli Angeli, un programma teatrale che propone risate, ma anche musica, danza, spettacoli dedicati alla memoria e molto altro, nella splendida cornice dell'Oratorio Santa Croce, via Massa Carrara 3, restituito alla fruizione dei cittadini anche grazie a un patto di cittadinanza attiva tra il quartiere Savena e l'associazione culturale Teatro degli Angeli.

Domenica 14 ottobre alle 19.30, l'inaugurazione della stagione, ad ingresso libero, porterà sul palco uno spettacolo proposto dagli artisti dell'associazione e da alcuni ospiti, si proseguirà la sera successiva con i “Monologhi” di Arianna Porcelli Safonov e il 19 ottobre Gaia Benassi presenterà in anteprima nazionale il suo "Costruzione in sì", uno spettacolo che vuole far riflettere sulla ricchezza delle differenze culturali.
Martedì 23 ottobre sarà la volta dell'antologia di canzoni e poesie "Ove si parla di amore e morte", martedì 6 novembre è in programma "Il lamento del maiale" e domenica 11 novembre andrà invece in scena "Dracula" con le coreografie di Claudia Rota. Sabato 17 novembre salirà sul palco anche Giorgio Comaschi che proporrà una versione unplugged del suo nuovissimo spettacolo “.Com”, con la sua “solita” verve, ma stavolta in chiave musicale, con canzoni inedite.
Un’attenzione particolare sarà riservata anche alla musica con il jazz di Miss Pineda, le atmosfere e le contaminazioni brasiliane di Tati Valle e il concerto di Natale della Pneumatica Emiliano Romagnola.
Nella seconda parte della stagione, insieme a tante novità, ci saranno i graditi ritorni da Duilio Pizzocchi a Malandrino e Veronica, da Andrea Santonastaso a Gian Piero Sterpi e molti altri. A chiudere il programma, sabato 26 gennaio, uno spettacolo dedicato alla Giornata della Memoria. A fine febbraio verrà inoltre organizzata una rassegna-concorso dedicata ai “Corti teatrali”, divisa in categorie per dare a tutti, anche agli allievi delle scuole di teatro, la possibilità di partecipare e di confrontarsi.