72° anniversario della Liberazione

20 Aprile 2017

L'anniversario della Liberazione è un momento di celebrazione, di riflessione e anche di festa per far conoscere e riportare alla memoria i momenti che segnarono, dopo anni di dolore e distruzione, la fine della guerra e del fascismo e l'avvio della rinascita di Bologna, del Paese e dell'Europa.

Martedì 25 aprile, 72° anniversario della Liberazione, alle 9.45 l'assessore Virginia Gieri parteciperà, nel chiostro della Basilica di Santo Stefano, alla deposizione di una corona alle lapidi dei Caduti in guerra.
Alle 10.30, in piazza Nettuno, si terrà la celebrazione solenne con l'alzabandiera, il picchetto militare d'Onore e la deposizione di due corone, al Sacrario dei Caduti Partigiani e alla lapide ANEI. 
L'orazione ufficiale sarà tenuta dalla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. Interverranno il Sindaco Virginio Merola e la presidente dell’ANPI Provinciale di Bologna Anna Cocchi. Sarà presente il Civico Gonfalone. 
Alle 12 l'assessore Riccardo Malagoli parteciperà, al giardino di Vialla Cassarini in Porta Saragozza, alla cerimonia della deposizione della corona alla lapide che ricorda gli omosessuali vittime nei campi di sterminio nazisti. 
Dalle 16.30 alle 18.30 in piazza Maggiore, Gran Ballo della Liberazione in collaborazione con le Associazioni di ballo tradizionale bolognese.
Alle 18 le commemorazioni ufficiali si concluderanno con la cerimonia dell'ammainabandiera. 

Le celebrazioni sono iniziate  venerdì 21 aprile  alle ore 10, quando, per ricordare il giorno della liberazione di Bologna, la campana dell'Arengo ha suonato a festa e, in piazza Nettuno, è stata deposta una corona alla lapide che ricorda i caduti dei Gruppi di Combattimento della Guerra di Liberazione. Alla cerimonia ha partecipato il Sindaco Virginio Merola. Alle 10.45, a porta Mazzini la deposizione di una corona alla lapide che ricorda l'ingresso dei Polacchi a Bologna il 21 aprile 1945, presente l'assessore Virginia Gieri. Alle 11 in via Portanova (angolo piazza Malpighi) è stato inaugurato il ripristino, a cura dell'Ordine degli Avvocati di Bologna, della lapide in memoria di Giorgio Maccaferri alla presenza del Sindaco.
Alle 17, al Sacrario dei Caduti Partigiani in piazza Nettuno, la presidente del Consiglio comunale Luisa Guidone partecipa a "Parole dalla Resistenza", lettura collettiva di "Diario Partigiano" di Ada Gobetti in collaborazione con le associazioni “Ombre sulla Repubblica” e “PrendiParte”. 

Sabato 22 aprile alle 11 in via Gorki 10, il Centro Civico Corticella è stato intitolato a Lino “William” Michelini, storico presidente dell'Anpi scomparso nel 2014, alla presenza del sindaco Virginio Merola, del Presidente dell'Anpi Nazionale Carlo Smuraglia e del Prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano. 

Lunedì 24 aprile alle 11.30 il Sindaco ha partecipato all'inaugurazione del wall artistico che raffigura il volto di Irma Bandiera, realizzato sulla facciata delle scuole elementari Bombicci di via Turati, nel quartiere Porto-Saragozza, a cura delle associazioni Cheap e Orticanoodles. Irma Bandiera, la partigiana "Mimma", in questo quartiere è nata e cresciuta. Il suo corpo trucidato venne lasciato dai fascisti vicino a casa, nella via che ora porta il suo nome. 
Alle 20 da via Broccaindosso, la fiaccolata sui luoghi della Resistenza a cura dell’associazione “PrendiParte”, con la partecipazione dell'assessore Irene Priolo, lungo le vie San Vitale, Begatto, dell'Unione, Belmeloro, Selmi, San Giacomo, Zamboni e piazza Scaravilli per poi proseguire nel Ghetto Ebraico nelle vie Oberdan e Rizzoli, e concludersi al Sacrario dei Caduti in Piazza Nettuno. 

Sono tante anche le iniziative culturali legate alla Liberazione, a partire dal progetto Poster for the City, a cura del professor Danilo Danisi del corso di design grafico dell'Accademia di Belle Arti, che come di consueto ha selezionato il manifesto per questa edizione, realizzato da Giulia Schiatti.  Al Cinema Lumière, martedì 25 aprile alle 17.30, proiezione di "La Liberazione di Bologna", con l'accompagnamento al piano di Daniele Furlati e a seguire il film  "La menzogna" di Marzabotto di Carlo di Carlo. Sempre il 25 aprile, nella Basilica di San Francesco (ingresso da Piazza Malpighi 9), alle 20.30 con replica alle 21.30, lo spettacolo BOMBS AWAY!, regia di Paolo Billi, una performance scenica su partitura di musica elettronica, organo e sirena-antiaerea live, con installazione visual art e azioni coreografiche. L'opera è realizzata col concorso degli artisti visivi Manuela Tommarelli, Simone Tacconelli e Fabio Maggi; degli studenti della Scuola di Musica applicata del Conservatorio di Bologna, diretta da M° Aurelio Zarrelli; del fotografo Simone Martinetto e i suoi allievi; del coreografo Elvio Assuncao; partecipano Maddalena Pasini, i ragazzi della Compagnia del Pratello, le attrici di Botteghe Moliere e un numeroso gruppo di cittadini d’ogni età, diretti da Paolo Billi.

Al Museo della Resistenza, con prenotazione, numerose iniziative per ricordare: domenica 23 aprile filmati, visite guidate e caccia al tesoro, martedì 25 oltre alle visite, letture guidate per bambini e maratona di letture sulla Resistenza.

Questa l'ordinanza con le modifiche al traffico per le manifestazioni: Ordinanza traffico

Infine, anche nei Quartieri sono diversi gli appuntamenti per celebrare l'anniversario:

Borgo Panigale - Reno
Navile
Porto-Saragozza
San Donato-San Vitale
Santo Stefano
Savena