Documenti

Catalogo mostra

“Quando pronuncio la parola Futuro,
la prima sillaba va già nel passato.”
da “Le tre parole più strane”
Wislawa Szymborska

Strumenti virtuali e tecnologici facilitano la conoscenza e lo studio, ma restano strumenti, non sostituiscono il valore della fonte e dell’originale su carta, quest’ultima capace di comporre la memoria. La memoria evolve nel futuro, la memoria è presente, la memoria è trasformazione del passato.


Molti oggetti esposti durante la mostra sono conservati nell’Archivio di via Zanardi, 48. Nato nel 2008, contiene documenti riguardanti le attività cessate del Comune di Bologna ed è parte integrante di altri archivi che hanno esaurito la capacità ricettiva. Dal punto di vista della tutela archivistica e dei beni culturali, non esiste distinzione fra archivio corrente e storico; è infatti obbligatorio il mantenimento della integrità della documentazione prodotta dagli Enti.

La documentazione del Settore Lavori Pubblici, contenuta in questo archivio, è relativa al periodo che va dal 1960 circa, all’anno 2007 e conserva atti riguardanti varie specificità, come  l’edilizia pubblica,  la rete stradale e fognaria, la pubblica illuminazione, la manutenzione del patrimonio immobiliare, il verde pubblico.