L'opera pubblica

La trasformazione dell'Arena del Sole

Opera pubblica, (lat. pera m., propr. pl. di pus, genit. peris ‘opera’, di orig. indeur.; 1262 ca.)
infrastruttura appartenente ad un Ente pubblico (quale Stato, Regione, Provincia o Comune), per essere fruita indistintamente da tutti i cittadini e quindi destinata al conseguimento di un pubblico interesse, senza scopo di lucro. A ciascun Comune appartiene un patrimonio immobiliare di uso pubblico composto di edifici, di verde, di strade, di impianti, di reti per la erogazione dei servizi.
Il Settore che si occupa di realizzare e conservare la funzionalità del bene pubblico è quello dei Lavori Pubblici. Nella legislazione vigente, l’attività che regola i Lavori Pubblici, dei Servizi e delle Forniture è disciplinata dal Codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 163/2006).

Acquistato dal Comune di Bologna nel 1984, il teatro Arena del Sole rappresenta un esempio fra i tanti di opera pubblica, in quanto la proprietà  è comunale ed è fruibile dalla collettività. L’Arena del Sole si inserisce nella trama di opere pubbliche riqualificate negli anni ‘80: l’acquisizione dell’immobile è stata dettata dalla volontà di valorizzare un contenitore culturale in centro storico, restituendolo alla collettività. Il bicentenario è occasione per ripercorrerne la storia dalla sua origine fino ai giorni nostri, attingendo per la ricostruzione cronologica ai documenti conservati per la maggior parte nell’Archivio Tecnico di via Zanardi.