Servizio civile

Il servizio civile volontario, istituito nel 2001 dopo l'abolizione della leva militare obbligatoria, è un'opportunità per giovani di vivere un'esperienza di lavoro volontario di un anno, con forte valenza educativa e formativa, al servizio del bene comune e delle fasce più deboli della società.
Recentemente il Decreto Legislativo n. 40 del 6 marzo 2017 ha ridisciplinato il Servizio Civile ampliandone i criteri d'accesso e favorendo maggiori opportunità di partecipazione da parte dei giovani interessati.

Il Servizio Civile Nazionale
Il Servizio Civile nazionale è oggi concepito come opportunità unica messa a disposizione dei giovani, di entrambi i sessi, italiani e stranieri, che intendono effettuare un percorso di formazione sociale, civica, culturale e professionale.

Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il servizio civile sono assistenza, protezione civile, tutela dell'ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all'estero. L'attività è prestata presso enti iscritti in un apposito albo nazionale o regionale, che possono essere amministrazioni pubbliche, organizzazioni non governative e associazioni non profit.
Ogni anno l'ufficio nazionale e le Regioni approvano i progetti e mettono a bando i posti di volontario.
La durata del servizio è di dodici mesi, con un assegno mensile di 433,80 euro a carico dello stato. Possono candidarsi i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni non ancora compiuti alla data di presentazione della domanda. E' possibile scegliere solo un progetto; la domanda va inviata direttamente all'ente gestore del progetto prescelto, che effettuerà autonomamente la selezione.

Il Servizio Civile Regionale
La Regione, con la legge regionale 20/2003, ha istituito il servizio civile regionale e ha definito le modalità per lo sviluppo e la valorizzazione dell'esperienza di servizio civile. Il Servizio Civile Regionale è un'occasione di crescita personale e professionale sia attraverso la formazione specifica sia attraverso l'esperienza diretta sul campo. E' un'opportunità offerta ai giovani dai 18 ai 30 anni, di cittadinanza italiana e straniera.

I volontari partecipano attivamente a progetti di durata variabile dai 6 agli 11 mesi che operano nei settori dell'assistenza, dell'ambiente, dell'educazione e della promozione culturale e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale.

A tutti i volontari viene richiesto un impegno settimanale di 15, 20 o 25 ore settimanali e corrisposto un contributo mensile commisurato alle ore svolte, pari a 219, 288 o 360 euro al mese.

Al Servizio Civile Regionale si partecipa annualmente in occasione dell'apposito bando emanato dalla Regione Emilia-Romagna, che contiene l'elenco integrale dei progetti approvati, il numero dei volontari che possono essere ammessi e il termine per la presentazione della domanda e gli indirizzi degli enti coinvolti.

La sezione del sito del del Comune di Bologna sul Servizio Civile

Il sito del Servizio Civile Nazionale con la banca dati di tutti i progetti

Il sito del servizio civile della Regione Emilia Romagna

Il sito COPRESC - Coordinamento Provinciale Enti Servizio Civile Bologna

Normativa di riferimento »

Legge n. 64 del 6 marzo 2001 "Istituzione del Servizio Civile Nazionale"

D. Lgs. n. 77 del 5 aprile 2002 "Disciplina del Servizio Civile Nazionale"

Legge Reg. n. 20 del 20 ottobre 2003 "Nuove norme per la valorizzazione del servizio civile. Istituzione del servizio civile regionale" (e successive modifiche)

Ultimo aggiornamento: venerdì 04 agosto 2017