Immagini

Zoom-in

Ecco la nuova Agenda UE per le competenze per l’occupazione

Agli inizi di luglio, la Commissione Europea ha presentato una nuova Agenda UE per le competenze, fissando obiettivi ambiziosi da conseguire nei prossimi 5 anni.

Migliorare e adeguare le competenze in un mondo (del lavoro) in continua trasformazione

La recente pandemia ha immediatamente fatto capire l’importanza di possedere competenze digitali adeguate. Il telelavoro, il lavoro agile e la formazione a distanza sono diventati realtà per milioni di persone dell’UE e questo ha messo in luce la necessità per molti di riqualificarsi professionalmente o perfezionare le competenze che già si possiedono, per adattarsi ai cambiamenti del mercato del lavoro provocati dalla crisi che ha pesantemente colpito diversi settori.
Nei prossimi anni si prevede che i cambiamenti demografici, il passaggio dell’UE a un’economia circolare, la diffusione dell’Intelligenza Artificiale e della robotica favoriranno la creazione di nuovi posti di lavoro mentre altre occupazioni cambieranno o scompariranno del tutto.

“Competenze per l’occupazione”: ecco le 12 azioni utili per trovare lavoro

La nuova Agenda si concentra sulla necessità di consentire alle persone lo sviluppo di competenze nel corso di tutta la vita, garantendo che il diritto alla formazione e all’apprendimento permanente diventi una realtà in tutta l’Unione europea, e sulla necessità di “competenze per l’occupazione“, ovvero competenze che permettano alle persone di trovare un'occupazione sulla base di un’analisi puntuale delle esigenze del mercato del lavoro.

L’Agenda delinea quindi una strategia di intervento articolata in 12 azioni riguardanti:

1)Un patto per le competenze

2)Miglioramento dell’analisi del fabbisogno di competenze

3)Sostegno dell’UE agli interventi strategici nazionali in materia di sviluppo delle competenze

4)Proposta di raccomandazione del Consiglio relativa all’istruzione e formazione professionale per la competitività sostenibile, l’equità sociale e la resilienza

5)Attuazione dell’iniziativa delle università europee e sviluppo delle competenze degli scienziati

6)Competenze a sostegno delle transizioni verde e digitale

7)Aumento dei laureati in discipline STEM e promozione delle competenze imprenditoriali e trasversali

8)Competenze per la vita

9)Iniziativa per i conti individuali di apprendimento

10)Un approccio europeo alle microcredenziali

11)La piattaforma Europass

12)Miglioramento del quadro di sostegno per sbloccare gli investimenti privati e degli Stati membri nelle competenze

Per maggiori informazioni, leggere i dettagli su Europafacile - Newsletter Eurolettera n.3/2020

 

Ultimo aggiornamento: giovedì 23 luglio 2020