Manutenzione

Il Comune provvede a gestire e tenere in efficienza strade, marciapiedi, segnali, strisce, lampioni, semafori, monumenti, scuole, impianti, parchi, giardini.

  • Manutenzione è prima di tutto eliminare il pericolo. 24 ore su 24 squadre operative di pronto intervento sono attive per normalizzare situazioni critiche: un palo abbattuto in un incidente, rami spezzati da avverse condizioni meteo, effetti di atti vandalici. Ma oltre a tamponare gli eventi imprevedibili e le emergenze occorre dispiegare un monitoraggio continuo sui beni e compiere periodiche verifiche.
  • Manutenzione è conservazione della città. Per renderla fruibile a tutti deve essere svolta un'azione manutentiva preventiva mediante una programmazione di interventi: gli alberi vanno potati, l’erba tagliata, i vetri vanno sostituiti pena l’insorgere di situazioni pericolose.
  • Manutenzione è mantenimento compatibile con le risorse disponibili. Le limitate disponibilità economiche costituiscono un vincolo stringente e costringono a pianificare, scegliere, agire con efficienza per limitare gli sprechi.
  • Manutenzione è disporre di una rete coordinata di soggetti che interagiscono tra loro per segnalare, valutare, intervenire. La Polizia Municipale in primo luogo attiva le richieste con prescrizioni e osservazioni, la struttura tecnica comunale pianifica, le imprese intervengono operativamente. In questa catena di eventi un ruolo importante è quello del cittadino che è invitato a segnalare guasti e anomalie e a manifestare il proprio grado di soddisfazione del servizio.

Per segnalare un problema