Immagini

Zoom-in
  • Piazza Calderini - foto aerea

Documenti

Piazza Calderini


Dove Quartiere  Santo Stefano
Stato di avanzamento

lavori conclusi (eccetto piccoli interventi di perfezionamento)

Tempi inizio lavori:    novembre 2012   
fine lavori:      giugno 2013

GALLERIA FOTOGRAFICA

Cantiere - maggio 2013

Cantiere - maggio 2013



piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini
piazza Calderini

La piazza prende il nome dall'antica famiglia senatoria che dal XIV secolo abitò l'omonimo palazzo che si affaccia sullo slargo. La piazza assunse le forma e le dimensioni attuali nel 1478.

Sul lato est della piazza si affacciano il palazzo della famiglia Calderini le cui sale furono dipinte da Zanotti, e il cinquecentesco Palazzo Francia, anticamente Lucchini, caratterizzato da un bel cortile affrescato e da una grande sala detta “dei Quaranta”, arricchita da un camino decorato da Annibale Carracci e da un fregio con soggetti mitologici di scuola olandese; sul lato opposto, all'angolo con via Farini, è presente il palazzo Guidotti. Sullo sfondo della piazza, verso sud, è visibile l'ingresso della porta laterale della chiesa di S. Domenico e la colonna della Madonna del Rosario, opera di Guido Reni, ai quali si giunge percorrendo via Rolandino, anticamente via de’ Fittoni, che si innesta nella piazza.

Fino a novembre 2012 la piazza era divisa in due porzioni, a seguito dell’intervento di parziale riqualificazione del 2008: la parte antistante via Farini era pavimentata con basoli in granito grigio di vecchia fattura e pedonalizzata, l’area retrostante era utilizzata a parcheggio ed era completamente asfaltata, ad esclusione delle fasce laterali pedonali che sono pavimentate con lastre in granito.

L’intervento è stato realizzato mediante la sostituzione della pavimentazione in conglomerato bituminoso con  una pavimentazione in lastre di granito lungo la fascia centrale; la fascia laterale, invece, dove permane il parcheggio delle auto, è stata trattata a cemento mescolata con graniglia.

Inoltre, si è provveduto ad una più consona sistemazione degli elementi di arredo, onde potere razionalizzare il traffico veicolare e recuperare il piacevole aspetto della piazza caratterizzato dalla presenza di edifici di notevole valore architettonico e dai due preziosi filari di conifere.

Finanziamento

Finanziamento complessivo per gli interventi di Piazza Calderini e Via Sant’Alò:  €. 438.000 altri finanziamenti del Comune

Ultimo aggiornamento: giovedì 05 febbraio 2015