Immagini

Zoom-in
  • La piazza prima dell'intervento (autunno 2010)

Documenti

Piazza Verdi


Dove Quartiere San Vitale Zona Irnerio
Stato di avanzamento lavori conclusi - inaugurazione 2/10/2011
Tempi

inizio lavori: 11 aprile 2011

fine lavori: 30 settembre 2011

GALLERIA FOTOGRAFICA

Cantiere - settembre 2011

Cantiere - settembre 2011



Piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
Piazza Verdi
Piazza Verdi
Piazza Verdi
Piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
piazza Verdi
Riqualificazione piazza Verdi

La Piazza oggi chiamata ”Verdi” anticamente non era considerata una vera e propria piazza ma un semplice slargo dell’antica via San Donato.
La pavimentazione della strada adiacente, oggi via Zamboni, e della piazza stessa hanno subito diverse modifiche nell’arco del tempo: da battuto di terra come erano la maggioranza delle strade nel XVII secolo, a pavimentazione in ciottoli di fiume nel XVIII secolo (poi riammodernata nell’800 con l’inserimento di lastre in granito nella piazza, per il deflusso delle acque).
Negli anni ‘50 del XX secolo, la strada venne asfaltata e, probabilmente, la piazza venne pavimentata con le attuali betonelle d’asfalto.
Piazza Verdi, luogo storico della città  ricco di elementi architettonici rilevanti, quali il Teatro Comunale, il Palazzo Paleotti con le scuderie Bentivogliesche, il tratto delle antiche mura dei torresotti a ridosso dell'abside della chiesa di San Giacomo Maggiore, da tempo ha subito un degrado di carattere sociale.
L'Amministrazione ha inteso riqualificare quest'area, partendo dalle diverse esigenze dei cittadini che frequentano e vivono questi spazi, cercando di coniugare gli interessi di carattere commerciale da quelli del vivere quotidiano, partendo dalla riqualificazione dello spazio “fisico” della Piazza, ovvero la pavimentazione, alquanto degradata, proseguendo con proposte che riguardano l'arredo urbano, la regolamentazione degli usi della Piazza, la regolamentazione degli arredi ad uso commerciale.
A tale proposito, dal mese di giugno 2010, hanno avuto inizio una serie di incontri pubblici all'Urban Center con cittadini e/o rappresentanti di associazioni presenti sul territorio, al fine di condividere non solo le scelte progettuali inerenti la riqualificazione della Piazza, ma anche gli usi connessi ad essa.
In questa prima fase è stato proposto esclusivamente il progetto di riqualificazione della pavimentazione della Piazza, mentre in una seconda fase, a conclusione della elaborazione scaturita dal “tavolo partecipato”, verranno presentati gli arredi a corredo dell'uso pubblico dello spazio urbano.
Il disegno a terra della pavimentazione privilegia il ritmo cadenzato dettato dal porticato degli edifici più antichi, sul lato est della piazza, ed è costituito da lastre in granito di dimensioni 60x100, di colore grigio chiaro, che costituiscono una sorta di “maglia” con bordi longitudinali chiari, intercalati da una pavimentazione in granito grigio scuro, del tutto simile all'attuale via Zamboni, posata nello stesso senso, ovvero ortogonalmente agli edifici.
A nord della Piazza, sul lato prospiciente palazzo Paleotti, per enfatizzare maggiormente l'edificio e delimitarne un'area di “rispetto”, la pavimentazione in lastre di granito chiaro si amplia leggermente.
Il progetto prevede il mantenimento della pavimentazione esistente lungo la via Zamboni, eseguita negli anni '80 del secolo scorso, costituita da  masselli in granito grigio bocciardati, di misure diverse, posati ortogonalmente agli edifici prospicienti.
Per rivitalizzare questo spazio urbano l'Amministrazione ha deciso di rendere pedonale il tratto di via Zamboni da via Petroni fino a Piazza Puntoni; la delimitazione del passaggio veicolare è garantita da tre fittoni in ghisa, tipo “Bologna”, removibili.

Finanziamento

€.  680.000 mediante contributi regionali e partecipazione di privati

Ultimo aggiornamento: giovedì 05 febbraio 2015