Documenti

Consolidamento statico e intervento di riparazione locali del complesso del Baraccano


Dove Quartiere Santo Stefano
Stato di avanzamento lavori conclusi
Tempi

inizio lavori: 27 maggio 2015
fine lavori: 9 giugno 2016

GALLERIA FOTOGRAFICA

Scala interna

Scala interna



Scala interna
Intonaci
Scrostamento intonaci
Tinteggiatura
Tinteggiatura
Scala interna
Dettaglio arco e volta scala interna
Cortile interno lato ovest
Cortile interno lato ovest

Il complesso del Baraccano, situato all’interno della prima cerchia muraria, all’intersezione tra Via Santo Stefano e Viale Giovanni Gozzadini, ha subito nel corso del tempo profonde trasformazioni di carattere urbanistico ed edilizio-architettonico. Nella prima metà dell’800 si consolidò la fusione di due nuclei originariamente distinti: il Conservatorio delle Putte caratterizzato dall’imponente porticato monumentale lungo la Via Santo Stefano e l’antico Ospedale dei Pellegrini, situato in tangenza allo stradello interno, a mezza via tra il porticato e il Santuario della Madonna del Baraccano. In quel periodo venne realizzato lo scalone principale e, successivamente, fu ampliata tutta l’ala sud che inglobava l’antico Ospedale, occupando parte del chiostro quattrocentesco.

Attualmente nel complesso del Baraccano sono ospitati gli uffici di Quartiere Santo Stefano, il «Piccolo Teatro del Baraccano» nell’ala di nord-ovest e alcuni uffici del Corpo della Polizia Municipale dichiarati inagibili per problemi di ordine statico.

L’intervento è stato mirato principalmente alla riparazione dei danni provocati dai fenomeni sismici del 20 e 29 maggio 2012, a seguito dei quali i tecnici dell'Amministrazione hanno effettuato dei sopralluoghi che hanno messo in luce un peggioramento dello stato fessurativo dei locali adibiti ad uffici della Polizia municipale, nonché degli elementi, sia strutturali sia decorativi, del vano scala a servizio dei locali menzionati.

Nei prospetti esterni dell’edificio era stato registrato l’ampliamento di alcune fessure mentre al primo piano, in sale sovrastanti agli uffici della Polizia Municipale e al piccolo teatro del Baraccano, attualmente non adibite ad alcun uso, era stata rinvenuta una nuova fessurazione lungo tutto il muro.

L’intervento, inserito nei Piani Annuali 2013 – 2014 della Regione Emilia Romagna (in attuazione del Programma aggiornato delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali della medesima e finanziato con Decreto n. 927 del 6.06.2014) ha riguardato prevalentemente il consolidamento della scala, le strutture portanti dei locali ex-vigili, con interventi anche all’esterno, il fissaggio dei comignoli e il consolidamento di un muro al 1° piano, oltre a tutte le finiture interne e al rifacimento dell’impianto elettrico sulla scala.

L’amministrazione, nell'ottica di rendere agibili i locali, ha effettuato inoltre alcuni interventi non ricompresi nel finanziamento regionale di cui sopra, quali diversi lavori di finitura necessari, il rifacimento dell'impianto elettrico e la rimozione di vasca di amianto.

Finanziamento: Euro 400.000,00 di cui  Euro 215.103,29 (mediante reimpiego del contributo della Regione Emilia Romagna) e Euro 184.896,71 (mediante utilizzo di proventi della vendita di beni)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 03 agosto 2016