Ristrutturazione dei locali e del voltone del complesso del Baraccano


Dove Quartiere Santo Stefano
Stato di avanzamento lavori ultimati
Tempi inizio lavori: 7 luglio 2014
fine lavori: 29 luglio 2015

Durante i lavori sono state effettuate due sospensioni per permettere il consolidamento di 4 capriate di legno del coperto che presentavano forti segni di deterioramento

GALLERIA FOTOGRAFICA

Lesioni volte

Lesioni volte



Lesioni volte
Particolare delle volte
Vista da via S. Stefano
Parete Voltone prima del restauro
Lesioni prima del restauro
Parete dopo il restauro
Volte dopo il restauro
Parete lato ingresso teatro
Restauro ingresso Piccolo Teatro
Voltone durante il restauro

Il complesso del Baraccano, situato all’interno della prima cerchia muraria, all’intersezione tra Via Santo Stefano e Viale Giovanni Gozzadini, ha subito nel corso del tempo profonde trasformazioni di carattere urbanistico ed edilizio-architettonico.
Nella prima metà dell’800 si consolidò la fusione di due nuclei originariamente distinti: il Conservatorio delle Putte caratterizzato dall’imponente porticato monumentale lungo la Via Santo Stefano e l’antico Ospedale dei Pellegrini, situato in tangenza allo stradello interno, a mezza via tra il porticato e il Santuario della Madonna del Baraccano. In quel periodo venne realizzato lo scalone principale e, successivamente, fu ampliata tutta l’ala sud che inglobava l’antico Ospedale, occupando parte del chiostro quattrocentesco.

Nel complesso del Baraccano sono ospitati gli uffici di Quartiere Santo Stefano, il «Piccolo Teatro del Baraccano» nell’ala di nord-ovest, alcuni ex uffici del Corpo della Polizia Municipale.  
A seguito del sisma del 20 e 29 maggio 2012  i locali dove erano collocati i vigili sono stati dichiarati inagibili per problemi di ordine statico.
L'intervento di consolidamento è stato suddiviso in due parti: uno riguarda il voltone del Baraccano, che conduce all'omonima chiesa, e l'altro riguarda i locali dei vigili, ma verrà realizzato successivamente.
Il voltone del Baraccano è costituito per metà in mattoni, per la restante parte in cannucciato e anche la struttura lignea del coperto è formata da capriate di due tipi differenti.
Il progetto ha previsto il consolidamento della volta in cannucciato (arelle e gesso) tramite materiali idonei che aderiscono alla volta, il consolidamento della struttura lignea portante, il ripasso del coperto con posa di guaina.
E' stato, inoltre, consolidato il coperto lungo il cortile interno del complesso e installata la linea vita, per facilitare la manutenzione futura.
Al termine delle suddette lavorazioni si è proceduto con la tinteggiatura a base di silicati in quanto l'intonaco era a base cementizia.

Finanziamento: Euro 400.000 (mutuo con Banca Europea per gli Investimenti)

Ultimo aggiornamento: lunedì 03 agosto 2015