Per una geografia delle disabilità motorie


Come è facile intuire, orientarsi in un territorio così vasto come quello rappresentato dal deficit di moto in età evolutiva, non è semplice. Può essere utile quindi descrivere una "geografia" minima a cui far riferimento.

Nel permettere e sostenere le funzioni complesse che entrano a far parte dell'insieme delle competenze motorie e del concetto di motricità, sono coinvolti più sistemi e apparati.

Non va mai dimenticato inoltre che soprattutto in età evolutiva, il mondo relazionale del bambino e il contesto ambientale che lo accoglie, concorrono a definire e a determinare il suo sviluppo globale e le sue competenze, incluse naturalmente quelle relative al versante motorio.

Ultimo aggiornamento: giovedì 12 settembre 2013