Progetto adozione disabilità motorie


E’ un impegno condiviso con altri Centri della Rete Regionale dei CDI (Centri di documentazione per l’integrazione della Regione Emilia Romagna): ogni Centro si è impegnato all’adozione di un deficit creando informazioni e banche dati che possano arricchire i rispettivi siti e siano a disposizione degli utenti.


Il progetto tende a organizzare materiali e informazioni per offrire:

  • un primo quadro di riferimento teorico informativo sulla disabilità motoria;
  • l'individuazione di risorse attive sul territorio cittadino: raccordo con altri enti, esperti, associazioni che si occupano di disabilità di moto;
  • l'identificazione di esperienze educative documentate raccolte al Laboratorio per avviare un raccordo tra individuazione del deficit e strategie educative proposte;
  • la raccolta di riflessioni e approfondimenti incentivando le voci in campo educativo (educatori, insegnanti, pedagogisti) e tecnico riabilitativo.


L'idea complessiva è di affrontare temi, materiali e risorse sul deficit di moto in età evolutiva sviluppandoli con un particolare riguardo alla prima infanzia.

A chi è rivolto
Educatori, insegnanti, operatori socio-sanitari, associazioni, pedagogisti, genitori.

A cura di:
C. Pesci: esperta esterna, medico psicologa psicoterapeuta.
S. Mei: staff Laboratorio.

Ultimo aggiornamento: giovedì 12 settembre 2013