Pagamento servizi scolastici

Il Comune mette a disposizione dei cittadini diverse modalità di pagamento dei servizi educativi e scolastici comunali: avviso pagoPa oppure addebito sul proprio conto bancario o postale o bollettino MAV (quest'ultima modalità viene progressivamente sostituita dall'avviso pagoPa). La scelta della modalità di pagamento è fatta contestualmente alla domanda di iscrizione al servizio.

Il pagamento è posticipato ed avviene con cadenza prestabilita. Chi sottoscrive la domanda di ammissione al servizio si assume l'obbligo di pagare la contribuzione prevista dal Sistema Tariffario Comunale.

Il mancato pagamento dei documenti di riscossione entro la scadenza comporterà l’emissione di un avviso pagoPa di sollecito di pari importo. In caso di insolvenza verrà avviata la procedura di riscossione coattiva mediante emissione di ingiunzione di pagamento, maggiorata delle spese amministrative e di notifica, oltre che della penalità per ritardato pagamento pari ad euro 25.

Il mancato recapito dei documenti di pagamento, così come le variazioni di indirizzo e le variazioni dei dati del mandato di addebito (es. chiusura del conto corrente, variazione dell’Iban, revoca del mandato) devono essere tempestivamente comunicati all’Ufficio Scuola del Quartiere di riferimento. Così come occorre segnalare eventuali dati anagrafici non corretti sui documenti di pagamento.

Lo stato di morosità dovuto al mancato recapito dei documenti di pagamento non è addebitabile al Comune di Bologna.

Ultimo aggiornamento: lunedì 13 maggio 2019