Trasporto scolastico collettivo

Qualora il servizio di trasporto pubblico di linea fra l'abitazione e la scuola assegnata per stradario sia inesistente o estremamente inadeguato nei percorsi e nelle fermate, il Quartiere può istituire il servizio di trasporto scolastico collettivo.
Il servizio consiste nel trasporto collettivo degli alunni assistiti da personale idoneo.

Possono accedere al servizio i bambini:
residenti nel Comune di Bologna, oppure minori ospiti in strutture di accoglienza madre-bambino;
allievi non residenti solo nel caso di posti disponibili e senza ulteriori oneri per l'Amministrazione Comunale;
iscritti e frequentanti la scuola dove è presente servizio.

E' possibile iscriversi di norma entro i termini del bando compilando la domanda sul portale Scuole On Line.

Esenzioni
Sono esenti dal pagamento della tariffa

  • gli allievi disabili, anche se non residenti nel Comune di Bologna.
  • gli alunni che risultano in tutela al Comune di Bologna, in affido etero-familiare o collocati in struttura per i quali il Servizio Sociale Territoriale presenti apposita richiesta; in tal caso è sufficiente che sia residente solo il bambino che usufruisce del servizio e la richiesta è valida per l'anno scolastico di presentazione.


Inoltre, previa istruttoria svolta dai servizi educativi congiuntamente con i servizi sociali territoriali, sono esenti i bambini appartenenti a nuclei familiari che rientrano in una misura di inclusione attiva e di sostegno al reddito, quali RES - Reddito di solidarietà, SIA - Sostegno per l'inclusione attiva, REI - reddito di inclusione, comprendendo anche altri interventi di natura economica e di sostegno al reddito erogati dal Comune di Bologna attraverso i Servizi sociali territoriali. L'esenzione dal pagamento dei servizi educativi e scolastici si configura essa stessa come sostegno al reddito e può cumularsi con altri interventi comunali di sostegno al reddito. L'esenzione è valida per l'anno scolastico di presentazione della richiesta, salvo eventuale revoca motivata.

Rinunce
L'iscrizione si intende tacitamente rinnovata di anno in anno salvo rinuncia scritta da presentare entro il mese di settembre al Quartiere.
E' possibile rinunciare al servizio ad inizio ed in corso d'anno scolastico, nei seguenti termini e modalità, per quello che attiene anche all'impatto sulle tariffe:

  • rinuncia entro la fine del mese di settembre: in tal caso, la rinuncia sarà valida per tutto l'anno scolastico e, verificato che non sia mai stato utilizzato il servizio, non sarà emesso alcun bollettino di pagamento;
  • rinuncia entro la fine del mese di dicembre: in tal caso, la richiesta sarà efficace dal 1 gennaio e dovrà essere pagata la somma corrispondente ad un terzo dell'importo annuale attribuito indipendentemente dalle giornate di effettiva fruizione del servizio;
  • rinuncia entro la fine del mese di marzo: in tal caso, la richiesta sarà efficace dal 1 aprile e dovrà essere pagata la somma corrispondente a due terzi dell'importo annuale attribuito indipendentemente dalle giornate di effettiva fruizione del servizio;
  • le rinunce pervenute a partire dal 1 aprile non consentiranno l'applicazione di riduzioni sulla tariffa annuale legate alla mancata fruizione del servizio.

La rinuncia deve essere effettuata compilando il modulo allegato e inviandolo via fax o e-mail, unitamente alla copia del documento di identità di chi sottoscrive la richiesta. Di norma il pagamento avviene con l'emissione di tre bollettini che suddividono l'importo annuale del servizio in tre rate arrotondate, oppure in unico bollettino annuale qualora il richiedente scelga l'opzione di pagamento in un'unica soluzione. L'emissione dei bollettini verrà definita dal calendario annuale delle emissioni dei bollettini di pagamento. Dal momento in cui subentra una rinuncia al servizio, non verranno emessi bollettini per i mesi successivi e, se pagato l'intero importo annuale, si procederà con i relativi rimborsi, laddove dovuti.

Ultimo aggiornamento: giovedì 31 maggio 2018