Iscrizione e trasferimento

Bando
Il bando per le iscrizioni ai nidi per l'a.e. 2017-2018 è aperto dal 19 aprile al 11 maggio 2017.

Trasferimento

Per i bambini già frequentanti - sia a part-time che a tempo pieno - è possibile richiedere il trasferimento ad un altro nido. La domanda può essere inoltrata solo da chi frequenta un nido comunale o privato autorizzato al funzionamento e convenzionato, limitatamente ai posti ai quali si è avuto accesso tramite graduatorie comunali. Sono impossibili trasferimenti per bambini iscritti a nidi privati autorizzati al funzionamento ai quali non si è avuto accesso tramite le graduatorie comunali. Le domande di trasferimento hanno la precedenza rispetto alle domande di prima iscrizione. 
Se la domanda di trasferimento non ha esito positivo il bambino continua a frequentare lo stesso nido, con il medesimo orario dell'anno precedente.

Iscrizione Vengono accolte le domande d'iscrizione per i bambini nati dal 01/01/2015 al 31/05/2017 e per i bambini non ancora nati entro la scadenza del bando, ma la cui nascita è prevista entro il 31 maggio 2017. La domanda per i bambini non ancora nati è da presentarsi entro la scadenza del bando e sarà validata solo con la nascita del bambino entro il 31/05/2017, La nascita dovrà essere tempestivamente comunicata al Quartiere di residenza. Nel caso in cui la nascita avvenisse oltre il 31 maggio la domanda di iscrizione sarà dichiarata decaduta d'ufficio.

Scelta delle strutture
Nel modulo di domanda devono essere indicati i nidi scelti in ordine di preferenza (fino a un massimo di 8), compatibilmente con l'età di riferimento dei bambini indicata nell'elenco delle strutture. La scelta delle strutture va effettuata verificando nell'elenco dei nidi la presenza delle sezioni di riferimento dell'età del bambino e la tipologia di orario utile, indipendentemente dal Quartiere di residenza, tenendo conto che i posti part-time sono previsti solo in alcuni servizi.

Dati della domanda La domanda di iscrizione è un'autocertificazione pertanto ogni richiedente è responsabile delle proprie dichiarazioni.
Si informa che verranno eseguite verifiche e controlli su tutti i dati autodichiarati. Nel caso in cui, dai controlli effettuati, le autodichiarazioni rese risultassero non veritiere non verrà attribuito il relativo punteggio e saranno adottati tutti gli ulteriori provvedimenti previsti ai sensi della normativa vigente.
In particolare, nel caso di indebita percezione di una prestazione sociale agevolata (compreso l'accesso al nido d'infanzia) per effetto di dati non veritieri dichiarati, sarà irrogata una sanzione amministrativa da 500 a 5.000 euro, ai sensi dell'art. 38 DL 78/2010, convertito con L. 122/2010 e modificato con l'art. 16 DL 5/2012 convertito con L. 35/2012.

Ultimo aggiornamento: martedì 18 aprile 2017