Progetto frutta MELAinGHIOTTO


Il primo progetto del TEA si è svolto nella scuola Villa Torchi nell'A.S. 2015-2016.

Contenuti del progetto

Il tema del progetto è la valorizzazione del consumo della frutta, alimento così tanto prezioso per il suo apporto di vitamine e fibra, quanto purtroppo talvolta non così presente nelle abitudini alimentari di bambini e ragazzi perchè sostituito spesso da merendine e snack.
Grazie a questa iniziativa la frutta riceve il giusto posto d'onore durante lo spuntino di metà mattina, e concorre a soddisfare l'obiettivi principale del progetto di far acquisire ai bambini corrette pratiche alimentari, incoraggiandoli fin da piccoli a fare scelte buone oltre che ghiotte.

Kit per insegnanti
A tutti gli insegnanti che svolgeranno il progetto verrà consegnato un kit composto da un tagliamela, tovaglioli e, a richiesta, uno spremiagrumi.

Educazione alimentare
Riguardo ai buoni comportamenti alimentari, il primo consiglio del progetto è quello di far acquisire ai bambini l'abitudine di fare una buona e abbondante colazione, così da consentire il reintegro dei liquidi dopo il digiuno notturno e dare la giusta energia per far partire la giornata. A metà mattina è consigliato lo spuntino composto da un alimento composto da zuccheri semplici, come un frutto fresco di stagione che spezza la fame e aiuta ad arrivare al pranzo con il giusto appetito. Il pranzo deve essere ben bilanciato, come dalle indicazione dei LARN, e deve saziare, ma anche consentire di essere scattanti e attenti durante il pomeriggio. Alla merenda pomeridiana può essere consumato un altro frutto fresco di stagione, per integrare i giusti minerali e vitamine e arrivare a cena con la voglia di consumare la cena in famiglia.
Ecco la proposta di una sana e corretta distribuzione alimentare giornaliera, dove il progetto frutta si inserisce concentrandosi nella parte dello spuntino del mattino e proponendo l'acquisizione dell'abitudine al consumo di un frutto come merenda. Per farlo si è chiesto al gestore di aumentare i giri di consegna in modo da consentire l'arrivo al mattino della frutta lavata e pronta per essere consumata. La frutta viene consegnata ai collaboratori della scuola che la distribuiscono alle classi. Qui avviene l'importante lavoro delle insegnanti che attuano interventi educativi per rendere i bambini più consapevolmente attivi nelle giuste scelte alimentari e ascoltano e rilevano in appositi moduli le istanze dei bambini.

Il progetto si è svolto a Villa Torchi in via sperimentale durante l'anno scolastico 2015-2016. Attualmente si svolge, oltre che a Villa Torchi, anche nelle scuole Cremonini Ongaro, Don Minzoni, Fiorini, Marsili, Pavese e Romagnoli.

Per aderire al progetto scrivere a refezionescuola@comune.bologna.it.

Ultimo aggiornamento: martedì 04 dicembre 2018