19 Ottobre 2015 AGGIORNAMENTO Novità per i trattenimenti nei pubblici esercizi

Nel caso vengano utilizzati impianti per la diffusione sonora nei pubblici esercizi e nei circoli deve essere presentata la SCIA per trattenimenti (notizia del 27 luglio 2015).

La Giunta ha approvato alcune linee di supporto non vincolanti per gli operatori che utilizzano impianti per la diffusione sonora per i quali la normativa acustica (D.P.R. 19 ottobre 2011, n. 227) prevede la possibilità di avvalersi di una dichiarazione sostitutiva di atto notorio nei casi di sorgenti sonore non significative in sostituzione della presentazione della documentazione di impatto acustico (delibera Pg n. 296649/15 del 06 ottobre).

Scarica il modello di autodichiarazione

Resta inteso che nei casi di sorgenti sonore utilizzate ad alto volume per intrattenimento della clientela e che possono arrecare disturbo e/o alterare il clima acustico, occorre presentare la SCIA corredata dall'adeguata documentazione di impatto acustico.

a) A chi si applica

titolari di ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, mense, attività ricreative, agroturistiche, culturali e di spettacolo, sale da gioco, palestre, stabilimenti balneari, circoli privati nei locali dei quali si utilizzino apparecchi per la diffusione sonora e non viene svolto intrattenimento musicale.

b) La normativa

Gli operatori possono scegliere liberamente in via alternativa:

- di dichiarare (vedi modello) che nell'esercizio l'impianto elettroacustico di diffusione sonora utilizzato non è una sorgente sonora significativa.

- di presentare la Scia per trattenimenti musicali.

c) Cos’è una sorgente sonora non significativa

Ai sensi della D.G.R. E.R. n. 673/2004 una sorgente sonora non significativa non  altera il clima acustico presso gli ambienti abitativi prossimi al locale e l'ambiente esterno (emissioni sonore non percepibili all'esterno del locale e dai locali confinanti). Non sono previsti specifici limiti di emissione.

d) Controlli

La presenza di impianti di diffusione sonora nei locali implica che il titolare abbia rilasciato la suddetta autodichiarazione o presentato la Scia per trattenimenti pena l’applicazione delle sanzioni previste.