Bologna Cultura

Comune di Bologna

ART CITY Bologna 27 > 29 gennaio 2017

Si svolge dal 27 al 29 gennaio 2017 la quinta edizione di ART CITY Bologna, il programma istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere, coordinato dall’Istituzione Bologna Musei in occasione di Arte Fiera.

1 nuova sezione progettuale, 13 progetti speciali per la città, 55 luoghi, 100 appuntamenti - tra mostre, progetti espositivi, azioni performative, incontri, proiezioni cinematografiche e iniziative per bambini - a disposizione di appassionati d’arte, cittadini e turisti nel weekend dal 27 al 29 gennaio 2017.
Si presenta all'insegna di questi numeri la quinta edizione di ART CITY Bologna, il programma istituzionale di eventi speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere, coordinato dall’Istituzione Bologna Musei in occasione di Arte Fiera.
Nel 2017 l’impegno per la realizzazione di un cartellone unitario di iniziative si rinnova nella prospettiva di un importante percorso di riconfigurazione intrapreso da Arte Fiera, in cui l'attivazione di una collaborazione più ampia con la città punta a rafforzare il ruolo culturale della più longeva mostra-mercato italiana dedicata all'arte moderna e contemporanea.

Dalla volontà condivisa di costruire una proposta culturale sempre più integrata nasce infatti la nuova sezione progettuale ART CITY Polis in cui rientrano principalmente rassegne e interventi di artisti contemporanei specificamente concepiti in dialogo con le caratteristiche peculiari degli spazi espositivi e dei luoghi storici in cui si inseriscono. Due sono gli sguardi distinti e complementari che convergono in questo programma incentrato sul tema della città: il dialogo tra cornice storica e ricerca artistica contemporanea, e la riflessione sulla convivenza civile. Nell'ambito di ART CITY Polis, le iniziative promosse nelle sedi dell'Istituzione Bologna Musei sottolineano la cifra identitaria di ART CITY Bologna come progetto generatore di intersezioni tra le espressioni dei linguaggi artistici contemporanei e un tessuto urbano ricchissimo di tradizioni culturali come quello felsineo, sottolineando la relazione tra contesto, spazi architettonici e opere. Gli artisti sono infatti invitati a sviluppare un lavoro di ricerca che interviene con modalità site specific all'interno di musei e luoghi significativi in città, offrendo possibilità di letture nuove delle collezioni e del patrimonio storico-artistico che, in questo modo, diventano parte integrante della scrittura espositiva. La commissione di progetti speciali ad artisti affermati ed emergenti dell’attuale generazione italiana, che lavorano con linguaggi espressivi differenti, conferma inoltre l'apertura di ART CITY Bologna nel documentare la pluralità di temi e scelte formali delle produzioni creative più aggiornate.

Di seguito gli interventi site-specific della sezione POLIS: Chiara Lecca alle Collezioni Comunali d’Arte, Marco Di Giovanni al Museo internazionale e biblioteca della musica, Martino Genchi al Museo Civico Medievale, Ornaghi & Prestinari a Casa Morandi. L’intensa attività espositiva dell’Istituzione Bologna Musei presenta inoltre la prima personale in Italia dell’artista tedesco Jonas Burgert dal titolo Lotsucht/Scandagliodipendenza, a cura di Laura Carlini Fanfogna, allestita negli ampi spazi della Sala delle Ciminiere del MAMbo dal 26 gennaio al 17 aprile 2017 e la mostra Attualità di Morandi. Opere donate al Museo dal 1999 dal 13 gennaio al 19 marzo al Museo Morandi, a cura di Alessia Masi. Proiettando il proprio sguardo verso la città, Arte Fiera, la cui direzione artistica è affidata da quest'anno ad Angela Vettese, promuove tre iniziative che si interrogano a vario titolo sui temi della convivenza, della nuova identità delle città italiane e della necessità di concepire, anche attraverso l'arte, una nuova sensibilità civica: la rassegna cinematografica Viva l'Italia, visibile dal 26 al 30 gennaio nella sala mostre del Museo Civico Archeologico e curata da Mark Nash; il progetto Corpo Sensibile. Barlumi del documentario, a cura di Marco Bertozzi, dal 26 al 29 gennaio, negli spazi della Collezione Permanente del MAMbo; Special Projects: Site Specific Artists Lectures, Time specific Artists Lectures, programma di artist lectures ideato e curato da Chiara Vecchiarelli.

Il ruolo educativo svolto da ART CITY Bologna per la mediazione dell'arte contemporanea viene sottolineato nel dialogo con il pubblico dei più giovani grazie al programma di ART CITY Children che propone divertenti esperienze creative ed educative come laboratori, letture e visite animate, a cura del Dipartimento educativo MAMbo. L'attenzione per la qualità dell'accessibilità è confermata dai servizi ART CITY Bus e ART CITY Map, oltre che da orari di apertura estesi e ingressi gratuiti e ridotti per i possessori di biglietto Arte Fiera in tutti i luoghi di ART CITY Bologna 2017. Inoltre sabato 28 gennaio torna l'ART CITY White Night con aperture straordinarie fino a mezzanotte per vivere la notte dell'arte più lunga dell'anno. Il programma completo degli eventi è disponibile su: www.artcity.bologna.it