Bologna Cultura

Comune di Bologna

In risposta alla contingenza determinata dalla crisi epidemiologica, le strutture del Dipartimento Cultura e Promozione della Città si sono riorganizzate per presidiare la situazione emergenziale, supportando gli operatori nella fase di chiusura e ripensando a modalità alternative di offerta di cultura e spettacolo.
Durante la cosiddetta fase 1, il Dipartimento Cultura e Promozione della Città ha affrontato il periodo di arresto delle attività culturali monitorando la tenuta del sistema cittadino, favorendo occasioni di ascolto e relazione con gli operatori e attivando strumenti e servizi innovativi. In particolare è stato redatto un documento sulle ricadute in ambito culturale dell'emergenza COVID che si focalizza sugli effetti del lockdown a Bologna per quanto riguarda teatri, musica live, cinema, musei e biblioteche.

I numeri del comparto culturale

Per l’Emilia-Romagna, e in particolar modo per la Città metropolitana di Bologna, la cultura e la creatività rappresentano un comparto con una centralità molto rilevante, dal punto di vista economico e occupazionale. 

Gli effetti del lockdown

Gli effetti del lockdown sul territorio del Comune di Bologna sono evidenti e i danni enormi, nonostante alcuni soggetti abbiano reagito rendendo il patrimonio culturale e le proprie attività parzialmente accessibili attraverso piattaforme digitali. 

Le ricadute dell'emergenza COVID-19 sulle attività delle associazioni culturali a Bologna

Questionario rivolto ad associazioni attive a Bologna

Il sistema culturale cittadino di fronte all'emergenza

La crisi di tutto il comparto culturale causata dall’emergenza Covid-19 ha evidenziato la diversità e pluralità di operatori che concorrono alla produzione di attività e manifestazioni artistiche nella nostra città. Si tratta di imprese strutturate, associazioni e infine singoli artisti con attività lavorative spesso non continuative e poco tutelate.

La cultura ai tempi del Covid-19 - dallo streaming ai progetti speciali per la ripartenza

L’invito da parte del governo è stato quello di restare a casa (#iorestoacasa) ed evitare ogni tipo di aggregazione sociale per limitare al massimo le possibilità di contagio del virus COVID-19. Proprio in questi mesi di sospensione degli eventi il sistema culturale della città si è attivato per proporre iniziative in streaming e il portale Bologna Agenda Cultura si è trasformato in collettore di…

Verso la fase 2 per le organizzazioni culturali

Rispetto all'inizio della Fase 2 dell'emergenza sanitaria del 4 maggio, il periodo di inattività del comparto culturale si è protratto a lungo . Nel rispetto dei principi contenuti nelle linee guida nazionali, dal 18 maggio sono possibili le riaperture di musei e biblioteche mentre la riapertura di cinema e teatri è prevista a partire dal 15 giugno. In coerenza con il Tavolo regionale del Patto per il Lavoro, anche per la cultura è stata individuata una commissione tecnica per l'adozione di protocolli…

Commissioni cultura dedicate al sistema culturale cittadino durante l'emergenza Covid-19

Nell'emergenza COVID-19 Il Dipartimento cultura e promozione della città del Comune si unisce a quanti promuovono spazi di dibattito e confronto fornendo analisi utili a conoscere la situazione del nostro territorio.  A questo scopo sono state convocate apposite sedute della Commissione Consiliare Istruzione, cultura, giovani, comunicazione per monitorare la situazione del comparto culturale e tessere sinergie tra le varie realtà e avanzare insieme in…