- Coronavirus - http://www.comune.bologna.it/coronavirus -

Limitazioni e azioni

Tutte le misure in vigore a Bologna

Decreti Legge e atti del Governo

Raccolta degli atti sulla Gazzetta Ufficiale
Ordinanza Ministro della Salute 16 agosto 2020

Ordinanze Regionali

Raccolta dei provvedimenti Regione Emilia-Romagna
Protocolli di sicurezza Regione Emilia-Romagna

Ordinanze del Sindaco

Ordinanza 9 marzo 2020Ordinanza 11 marzo 2020Ordinanza 12 marzo 2020, Ordinanza 22 maggio 2020, Ordinanza 29 maggio 2020, Ordinanza 29 maggio 2020 (attività acconciatore, barbiere, estetista), Ordinanza 15 giugno 2020, Ordinanza 15 luglio 2020, Ordinanza 16 luglio 2020.

Salute, quarantena e isolamento

Chi è sottoposto alla quarantena e chi risulta positivo al coronavirus non deve muoversi dalla propria abitazione.

Le persone con sintomi da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5° devono restare in casa, limitare al massimo le relazioni sociali e chiamare il proprio medico curante.

Non andare al Pronto soccorso se pensi di avere sintomi legati al virus: rivolgiti al medico di Medicina generale per avere maggiori informazioni, oppure chiama il numero verde 800033033 della Regione Emilia-Romagna o il numero 1500 attivato dal Ministero della Salute.
In caso di urgenze è sempre attivo il 118.

Divieto di assembramento

Ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico è vietata.

Ordinanza del Sindaco che vieta di entrare e fermarsi in Piazza San Francesco tutti i giorni dalle 20 alle 6 fino dal 1 al 30 agosto 2020. Leggi l’ordinanza.

Mascherine

È obbligatorio indossare mascherine per proteggere bocca e naso:

Non sono obbligatorie per:

Dal 17 agosto è obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto dalle 18 alle 6 nei luoghi dove c’è rischio di assembramento, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) dove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale (Ordinanza Ministro della Salute 16 agosto 2020).

Puoi indossare mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera, garantire comfort e respirabilità, forma e aderenza tali da coprire dal mento al di sopra del naso.

Impara a utilizzare correttamente le mascherine.

Spostamenti

Dal 3 giugno ci si può spostare liberamente per qualsiasi motivo. 

Parchi e giardini pubblici

I parchi cittadini, i giardini pubblici e le aree verdi sono aperti.
L’ingresso ai parchi è consentito a persone senza sintomi da infezione respiratoria e febbre e non soggette a misure di quarantena.

Si può

Non si può

Nelle aree giochi:

Orti comunali 

Gli orti comunali sono aperti dalle 7 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 21. L’acqua è disponibile in questa fascia oraria, ma nel periodo estivo bisogna rispettare l’ordinanza sul risparmio idrico, che ne vieta l’uso dalle 10 alle 18.

Come si entra:

Negli orti puoi:

Negli orti devi:

Negli orti è vietato:

L’uso dei servizi igienici comuni, dei padiglioni e delle aree per il ricovero degli attrezzi è strettamente subordinato alle misure di igienizzazione e disinfezione.

Cimiteri, visite ai defunti e funerali

I cimiteri comunali di Certosa e Borgo Panigale sono aperti. Le persone con disabilità possono contattare Bologna Servizi Cimiteriali ai numeri 051 6150811-13-14 per aver aiuto per poter visitare i propri defunti.
Quando:

Come:

Ingressi Certosa:

L’ingresso principale (“Chiesa Certosa”) è aperto ma transennato, per separare i cortei funebri, che possono raggiungere l’area antistante la Chiesa, dall’entrata dei visitatori, che potranno dirigersi verso la parte monumentale del cimitero o verso il Campo Nuovo. 

Ingressi Borgo Panigale:

Cerimonie funebri
Possono partecipare 15 persone al massimo, indossando le mascherine e rispettando la distanza di sicurezza di almeno 1 metro.
Non sono ammessi gli assembramenti e i cortei di accompagnamento al trasporto del feretro.
Leggi tutte le informazioni sul sito di Bologna Servizi Cimiteriali

Biblioteche, musei e altri luoghi della cultura

Le biblioteche dell’Istituzione Biblioteche sono aperte. Leggi come funziona.

Tutti i musei dell’Istituzione Bologna Musei sono aperti. Leggi come funziona.

La Torre degli Asinelli riapre il 3 giugno: leggi come funziona e prenota.

Matrimoni e unioni civili

La Sala Rossa di Palazzo d’Accursio è tornata ad accogliere i matrimoni e le unioni civili. Leggi come funziona.

Mercati

Il mercato periodico “La Piazzola” è aperto. Sono previsti sette punti di accesso e uscita presidiati: cinque in Piazza Otto Agosto e due sul lato opposto di Via Irnerio.
La mascherina è obbligatoria per clienti e operatori. Leggi come funziona.

Il Mercato Antiquario Città di Bologna riapre il 13 giugno. Sono previsti tre punti di accesso e uscita presidiati:

La mascherina è obbligatoria per clienti e operatori.

In generale, per tutti i mercati ricordiamo che è obbligatorio l’uso delle mascherine per gli operatori e i clienti dove non è possibile assicurare la distanza di 1 metro.
Gli operatori devono controllare e garantire accessi scaglionati per evitare il sovraffollamento e assicurare la distanza fisica di almeno 1 metro, mettere a disposizione gel igienizzanti e guanti “usa e getta”.
Leggi il protocollo di sicurezza per gli esercizi del commercio su aree pubbliche di Regione Emilia-Romagna.

Attività commerciali al dettaglio

Dal 18 maggio riprendono tutte le attività commerciali al dettaglio.
Leggi i Protocolli regionali di sicurezza.

L’ordinanza 15 giugno 2020, prorogata con l’ordinanza 15 luglio 2020, dispone per gli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto del centro storico (cioè l’area delimitata dai viali di circonvallazione) fino al 31 luglio:

Per i laboratori artigianali alimentari, in tutta la città, è vietato fino al 14 luglio:

Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico devono somministrare in tutta la città:

Gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, in tutta la città, devono comunque rispettare il divieto di vendere per asporto bevande alcoliche e ogni altra bevanda in contenitori di vetro e lattina dalle 22 alle 6 del giorno successivo (Regolamento di Polizia Urbana).

Acconciatori, barbieri ed estetisti

Queste attività a Bologna possono restare aperte anche per più di 12 ore giornaliere: lo dispone l’ordinanza di venerdì 29 maggio.

Sport 

Puoi fare sport all’aperto (corsa, ciclismo) rispettando sempre la distanza di sicurezza di almeno due metri  (tranne nel caso in cui si tratti di congiunti conviventi, di minori o persone non completamente autosufficienti).

minori o le persone non completamente autosufficienti possono svolgere le attività con un accompagnatore

Palestre, piscine, centri sportivi

Le palestre e le piscine comunali sono aperte dal 1° giugno.
Leggi la determina sulla ripresa dell’attività sportiva negli impianti sportivi comunali.
Leggi i protocolli di sicurezza di Regione Emilia-Romagna.

Centri culturali, centri sociali, centri ricreativi

In Emilia-Romagna dal 25 maggio possono riprendere le attività dei centri sociali, dei circoli culturali e ricreativi.

Dal 22 giugno, in Emilia-Romagna, possono riprendere le attività dei centri diurni per anziani.

Il 22 giugno possono riprendere le visite agli ospiti nelle Case residenza per anziani (Cra), nelle strutture sociosanitarie per anziani non autosufficienti e nei centri socioriabilitativi residenziali per persone con disabilità. Le linee guida regionali prevedono ingressi limitati e scaglionati, visite su appuntamento e con una durata indicativa di trenta minuti. Leggi le “Indicazioni per l’accesso di visitatori ed operatori esterni alle strutture residenziali per anziani e disabili“.

Cinema, teatri, sale bingo 

Dal 15 giugno può riprendere l’attività di cinema, teatri e gli spettacoli dal vivo. Leggi le linee guida regionali per cinema e teatri (file pdf).

Le sale slot, sale giochi, bingo e scommesse possono riprendere l’attività dal 19 giugno in Emilia-Romagna. Leggi le linee guida regionali.

Documenti di riconoscimento, identità digitale SPID

I documenti di riconoscimento/identità, scaduti o in scadenza sono stati prorogati al 31 dicembre 2020. Solo per la validità all’espatrio resta la scadenza indicata sul documento.

Patenti di guida, assicurazione veicoli, fogli rosa, certificati medici: leggi le varie proroghe approvate.

Dal 23 marzo l’identità digitale SPID-LepidaID, necessaria per l’accesso al fascicolo sanitario elettronico, è rilasciata a distanza: leggi come richiedere il Sistema Pubblico di Identità Digitale.