Scomparsa di Guido Fanti

Guido Fanti
In seguito alla scomparsa di Guido Fanti il sindaco di Bologna, Virginio Merola, dichiara quanto segue:

"E' con immenso dolore che apprendo della scomparsa di Guido Fanti, Sindaco di Bologna dal 1966 al 1970, poi primo  presidente della Regione Emilia-Romagna dal 1970 al 1976. Dal 1976 al 1987 Fanti viene eletto deputato nazionale mentre dal 1979 al 1989 è parlamentare europeo; dal 1984 fino allo scadere del suo mandato ha ricoperto la carica di vicepresidente del Parlamento europeo di Strasburgo.

Fanti divenne sindaco dopo Giuseppe Dozza, riuscì a interpretare al meglio gli anni del cambiamento, gettando le basi per la riqualificazione e l'espansione della città. A lui dobbiamo la salvaguardia del territorio collinare e l'importante opera di riqualificazione del centro storico. Nel suo mandato furono avviati importanti piani per realizzare edilizia popolare e sociale. A lui dobbiamo il "Fiera District", figlio della lungimiranza di Fanti che diede incarico a Kenzo Tange di realizzare una nuova cittadella.

Il mio ricordo è dunque quello di un uomo che ha saputo innovare, sia dal punto di vista culturale che urbanistico, avendo a cuore la città e la tutela del suo patrimonio artistico e architettonico. Alla moglie e ai figli esprimo il cordoglio della città di Bologna".

La camera ardente per Guido Fanti sarà allestita lunedì nella Sala Rossa di Palazzo d’Accursio. Tutti i cittadini che lo vorranno, potranno rendere omaggio alla salma di Guido Fanti a partire dalle 15 di lunedì 13 febbraio fino alle 20, e martedì 14 febbraio dalle 8.30 alle 13.30. Il feretro sarà trasferito in Sala Ercole dove alle 15 avverrà la commemorazione ufficiale. Sono previsti gli interventi del Sindaco di Bologna Virginio Merola e del Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani.

 

Il ricordo della Presidente del Consiglio comunale, Simona Lembi.

Il ricordo della Presidente del Quartiere San Vitale, Milena Naldi.

 

Il sito internet del Comune, nella sezione "Storia amministrativa", ospita documenti riguardanti la figura di amministratore dell’ex sindaco Guido Fanti.

Tra i documenti è possibile reperire un'intervista fatta nel 2006 a Guido Fanti, utilizzata per realizzare "La Febbre del Fare", il docufilm sulla storia amministrativa di Bologna, riferita al periodo 1945-1980, dei registi Michele Mellara e Alessandro Rossi.

E' inoltre disponibile il verbale della seduta del Consiglio comunale del 27 febbraio 1970 con gli interventi dell’allora sindaco Guido Fanti e dell'architetto Kenzo Tange. Nel corso del Consiglio comunale straordinario venne illustrato il "progetto del piano urbanistico della zona nord di Bologna" (Fiera District). Tra le altre cose è consultabile il "Notiziario settimanale – Comune di Bologna" del 30 maggio 1969 dove si rende conto della posa della prima pietra, nel quartiere fieristico, del Palazzo dei Congressi e della Galleria d’arte Moderna.

 

Ultimo aggiornamento: sabato 11 febbraio 2012