• registrati
    Registrazione

    La parola chiave dovrebbe essere da 6 a 8 caratteri. I campi contraddistinti da * sono obbligatori.

Alcuni materiali: i laboratori linguistici per le mamme straniere

Nell'ambito del progetto EMPAC sono stati attivati alcuni corsi di italiano per le mamme straniere delle scuole aderenti al progetto, all'interno delle scuole stesse e durante l'orario scolastico.
La realizzazione di corsi d'italiano per mamme straniere all'interno del contesto scolastico rappresenta una novità per la nostra città e ha permesso di coinvolgere donne che probabilmente non avrebbero frequentato le altre tipologie di corsi di lingua italiana, organizzati da enti ed istituzioni all'interno di biblioteche o altri spazi. Infatti,  la conoscenza e la familiarità con la  scuola frequentata dai loro bambini e la relazione con le maestre hanno favorito la partecipazione.

Inoltre, grazie alla competenza maturata negli anni dall'associazione Antinea, è stato possibile affiancare al corso di italiano base, un corso di sartoria creativa ed uno di bigiotteria. Per favorire la partecipazione  è stata dedicata particolare cura alla fase di informazione e coinvolgimento delle mamme per raggiungere anche quelle con maggiori difficoltà linguistiche. Sempre per rendere l’iniziativa di formazione più vicina alle partecipanti, è stata offerta alle mamme-studentesse la possibilità di usufruire di un servizio di babysitteraggio per i figli più piccoli, servizio che ha incontrato il gradimento delle partecipanti.

Il fascicolo che presentiamo documenta non solo le attività svolte, le riflessioni delle operatrici e i pensieri delle mamme ma vuole anche essere un utile strumento di lavoro che le mamme lasciano alle insegnanti e ai bambini della scuola come spunto per conoscere mondi lontani, attraverso i racconti, i ricordi, i luoghi del cuore, i sogni e i timori delle mamme stesse.

In particolare "la scelta di dare la parola in italiano ma anche nelle lingue materne è un modo per confermare a tutti (insegnanti, studenti, genitori) la ricchezza delle lingue, anche quelle più lontane e meno conosciute. Un'occasione per dare visibilità e dignità a scritture ed alfabeti diversi, per stimolare l’apprendimento di alcune parole nelle diverse lingue da parte di tutti, per elaborare materiali e spunti utili per la didattica interculturale".

Documenti