Domande ricorrenti

Domande ricorrenti

Certificati

Gli stati di famiglia sono memorizzati dall’8 maggio 1995 , per date antecedenti il certificato può essere richiesto solo a sportello a consegna differita perchè richiede una ricerca d’archivio.

Gli estratti di nascita e di matrimonio possono essere rilasciati solo dal comune che ha formato o trascritto rispettivamente l’atto di nascita e di matrimonio (normalmente si tratta del Comune in cui si è verificato l’evento e/o del comune di residenza al momento dell’evento), i corrispondenti certificati invece possono essere rilasciati anche dal Comune di residenza.

La normativa sull’imposta di bollo stabilisce che i certificati anagrafici siano rilasciati in bollo, la stessa normativa prevede però alcune esenzioni a seconda dell’uso cui è destinato il certificato. Ad esempio se un certificato viene richiesto per una pratica di pensione è esentato dal bollo, se lo stesso certificato è richiesto per aprire un conto corrente deve essere pagato il bollo. Chi rilascia il certificato in esenzione deve indicare l’uso sullo stesso, quindi è indispensabile compilare la voce uso per poter procedere al rilascio.

E’ utile sapere che se un certificato in carta libera viene utilizzato per una procedura non esente dall’imposta di bollo si configura un’evasione passibile di sanzione.

I certificati e gli estratti di nascita e matrimonio sono certificazioni di stato civile, e in quanto tali sono sempre esenti da bollo. Tutti gli altri sono certificati di anagrafe che sono sottoposti all’imposta di bollo, ma possono essere rilasciati in carta libera per determinati usi, quindi solo per questi certificati viene presentata una lista di usi esenti.

Non si tratta di una modifica di legge. I Comuni, a certe condizioni, possono decidere di sopprimere in tutto o in parte i diritti di segreteria. Il Comune di Bologna ha deciso di sopprimerli dalle certificazioni on line, sia per semplificare la procedura, sia per evitare che il costo delle commissioni bancarie superi quello dei diritti, che continuano invece ad essere riscossi dagli sportelli con operatore.

I certificati rilasciati on line dal Comune di Bologna sono perfettamente validi, in quanto contengono il timbro digitale (si tratta della striscia scura in fondo al certificato). La validità del certificato può essere controllata dall’ufficio ricevente seguendo le istruzioni che si trovano sotto il timbro digitale stesso.

Le Poste hanno agito correttamente, infatti sono da considerare esercenti di pubblico servizio nei loro rapporti con l’utenza, ma nei confronti dei propri dipendenti agiscono da privati e come tali possono rifiutare l’autocertificazione. Lo stesso naturalmente vale per tutti gli esercenti di un pubblico servizio.

Servizio di certificazione on line

Possono essere richiesti on line (con contestuale pagamento dell'imposta di bollo, se dovuta) i seguenti certificati d'anagrafe e di stato civile del Comune di Bologna:

  • certificato di nascita
  • estratto dell'atto di nascita
  • certificato di matrimonio
  • estratto dell'atto di matrimonio
  • certificato di residenza
  • certificato di residenza con storico indirizzi
  • stato di famiglia
  • stato di famiglia storico
  • certificato di stato libero
  • certificato di cittadinanza
  • certificato di morte
  • estratto dell'atto di morte
  • plurimo con: cittadinanza - residenza - stato di famiglia
  • plurimo con: cittadinanza - residenza - stato libero
  • plurimo con: cittadinanza - nascita - residenza


I certificati sono timbrati digitalmente con tecnologia 2D-Plus di GT50 e hanno pieno valore legale (Protocollo d’intesa Ministero dell’Interno – Regione Emilia Romagna 2/4/2009).

E' opportuno che il cittadino si avvalga, ove consentito, della certificazione plurima, che riunisce in un unico documento più attestazioni, ciò consente fra l'altro, quando la certificazione è soggetta a bollo, di pagare un solo bollo.

Per il rilascio della certificazione è necessario essere iscritti all'anagrafe comunale oppure avere avuto in passato eventi di stato civile in Bologna, purchè il dato sia contenuto nella banca dati dei Servizi Demografici (nascite dall'1 gennaio 1973 - matrimoni dall'1 febbraio 1988).
I non residenti, se hanno avuto in passato iscrizione anagrafica in Bologna, possono ottenere anche lo stato di famiglia storico. Sia per i residenti che per i non residenti lo stato di famiglia storico può essere rilasciato on line solo riferito a date successive all'8 maggio 1995.

Per la richiesta dei certificati occorre digitare le credenziali di accesso ai servizi web. I cittadini residenti possono ottenere i certificati relativi a tutti i membri della propria famiglia anagrafica utilizzando le credenziali di un maggiorenne del nucleo familiare, il servizio è infatti riservato ad utenti maggiorenni.
Per quanto riguarda i certificati rilasciabili ai non residenti si possono ottenere solo utilizzando le credenziali della persona a cui devono essere intestati, non è infatti possibile fare riferimento alla famiglia anagrafica per persone non residenti.

Le persone che avessero già fatto richiesta delle credenziali per alcuni altri servizi (in particolare per i servizi di estratto conto e pagamento on line), possono utilizzarle anche per la certificazione. Al momento non si può invece accedere alla certificazione online utilizzando le credenziali rilasciate per i servizi scolastici.

Come registrarsi

Tempi di rilascio

La consegna dei certifcati è immediata.

Costo e modalità di pagamento

I certificati possono essere richiesti sia in bollo che in carta libera.
L'imposta di bollo è assolta in modo virtuale (cioè senza apposizione materiale di marche). I diritti di segreteria sulla certificazione rilasciata on line sono stati soppressi (Del. PG n. 140454/2010).
Il pagamento dell'imposta di bollo sulle certificazioni si effettua solo tramite PAGOPA. Le commissioni variano a seconda dell'istituto di credito che si sceglie come intermediario, gli strumenti messi a disposizione dai diversi istituti di credito sono carta di credito, paypal, e home banking.

Per ottenere la certificazione in carta libera occorre effettuare la scelta dell'uso cui è destinato il certificato, le esenzioni utilizzabili sul servizio on line sono le seguenti:

  • cause in tema di lavoro-pensioni-assegni familiari-equo canone
  • cause scioglimento matrimonio
  • società sportive
  • adozione e affido minori

Per segnalare problemi tecnici relativi al servizio on line, è necessario inviare una segnalazione attraverso il Form di Assistenza

Normativa di riferimento »

Protocollo d’intesa Ministero dell’Interno – Regione Emilia Romagna 2/4/2009

Del. PG n. 140454/2010

Ultimo aggiornamento: venerdì 13 ottobre 2017