Servizio "Dimmi!"

"Dimmi!" è un servizio realizzato dal Comune di Bologna, attraverso sportelli self-service. Di seguito le operazioni che si possono svolgere:

  • pagamento delle contravvenzioni elevate nel Comune di Bologna (sia quelle degli Agenti di Polizia Municipale che quelle degli Ausiliari del traffico) utilizzando esclusivamente la carta bancomat.
    Si possono pagare sia i preavvisi (foglio giallo) fino al 15° giorno dal momento in cui è stata elevata la contravvenzione, sia le contravvenzioni notificate a domicilio.

  • pagamento di servizi a domanda individuale (refezione scolastica, nidi, servizi integrativi, servizi sportivi e servizi immigrati) del Comune di Bologna, utilizzando congiuntamente la carta bancomat (per effettuare i pagamenti) e il codice fiscale o la tessera sanitaria o la carta di identità elettronica. Non è possibile pagare i bollettini emessi da SERIBO.

  • richiesta (e contestuale pagamento dell'imposta di bollo se dovuta) dei seguenti certificati d'anagrafe e di stato civile del Comune di Bologna (con un limite massimo di 20 certificati al giorno per la stessa tessera):
    • nascita
    • cittadinanza
    • residenza
    • matrimonio
    • stato di famiglia
    • stato libero
    • plurimo con: cittadinanza - residenza - stato di famiglia
    • plurimo con: cittadinanza - residenza - stato libero

E' opportuno che il cittadino si avvalga, ove consentito, della certificazione plurima, che riunisce in un unico documento più attestazioni.

Per il rilascio della certificazione è necessario essere iscritti all'anagrafe comunale oppure avere avuto in passato eventi di stato civile in Bologna, purchè il dato sia contenuto nella banca dati dei Servizi Demografici (nascite dall'1 gennaio 1973 - matrimoni dall'1 febbraio 1988).

Per la richiesta dei certificati, i cittadini residenti possono utilizzare il codice fiscale o la tessera sanitaria o la carta di identità elettronica di un componente maggiorenne del nucleo familiare. Per i certificati rilasciabili anche ai non residenti, occorre utilizzare lo stesso tipo di card, ma dell'intestatario del certificato.

Il pagamento dell'imposta di bollo sulle certificazioni si effettua con carta bancomat al momento della richiesta del certificato.

La richiesta di estratto conto assicurativo INPS non è più possibile dal gennaio 2005 per disattivazione, da parte dell’INPS, del collegamento host to host con il Comune di Bologna. E’ tuttavia possibile, previa assegnazione di un codice PIN, la consultazione dell’estratto sul sito dell’INPS.


Carte trattenute e segnalazioni di anomalie

In caso di card trattenute o per segnalare ogni tipo di malfunzionamento (certificati emessi ma stampati male o rovinati, ricevute non stampate o illeggibili, atti di vandalismo che hanno arrecato un danno agli sportelli o che ne impediscono l'utilizzo, chiarimenti sui messaggi che appaiono a video, ecc.), rivolgersi all'Ufficio coordinamento e gestione "Dimmi!".


Avvertenze

Per eseguire i pagamenti possono essere utilizzate le carte bancomat di qualsiasi istituto di credito in quanto ci si avvale della completa circolarità garantita dal circuito di pagamento interbancario POS.

Tempi di rilascio

Consegna immediata.

Costo e modalità di pagamento

I certificati possono essere richiesti sia in bollo che in carta libera.
L'imposta di bollo è assolta in modo virtuale (cioè senza apposizione materiale di marche). I diritti di segreteria sulla certificazione rilasciata dal "Dimmi!" sono stati soppressi (Delibera PGN 140454/2010).

Per ottenere la certificazione in carta libera occorre effettuare la scelta dell'uso cui è destinato il certificato, le esenzioni utilizzabili con lo sportello "Dimmi!" sono le seguenti:

  • cause in tema di lavoro-pensioni-assegni familiari-equo canone
  • cause scioglimento matrimonio
  • società sportive
  • adozione e affido minori

Per eventuali altri usi ritenuti esenti rivolgersi agli URP dei Quartieri.

Per le operazioni di pagamento tramite bancomat i costi per gli utenti derivano unicamente dall'utilizzo della carta bancomat. Non è perciò possibile dare un'indicazione precisa sull'ammontare di tale onere, essendo questo determinato dal contratto che il cittadino ha con la propria banca.

Dove segnalare anomalie del servizio

Elenco Sportelli

Filtra per quartiere

caricamento in corso...

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 gennaio 2016