Riacquisto della cittadinanza italiana

Chi ha perduto la cittadinanza la riacquista:

  • se presta effettivo servizio militare per lo Stato Italiano e dichiara previamente di volerla riacquistare;
  • se, assumendo o avendo assunto un pubblico impiego alle dipendenze dello Stato, anche all'estero, dichiara di volerla riacquistare;
  • se dichiara di volerla riacquistare ed ha stabilito o stabilisce, entro un anno dalla dichiarazione, la residenza nel territorio della Repubblica;
  • dopo un anno dalla data in cui ha stabilito la residenza nel territorio della Repubblica, salvo espressa rinuncia entro lo stesso termine;
  • se avendola perduta per non aver ottemperato all'intimazione di abbandonare l'impiego o la carica accettati da uno Stato, da un Ente pubblico estero o da un Ente internazionale, o il servizio militare per uno Stato estero, dichiara di volerla riacquistare, sempre che abbia stabilito la residenza da almeno due anni nel territorio della Repubblica e provi di aver abbandonato l'impiego o la carica o il servizio militare, assunti o prestati nonostante l'intimazione.

Per il riacquisto o la rinuncia al riacquisto della cittadinanza italiana, in base alle norme indicate, l'ex connazionale deve rivolgersi all'Ufficio Nascite - Cittadinanza.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

L. n. 91 del 5 febbraio 1992 - Nuove norme sulla cittadinanza

Ultimo aggiornamento: mercoledì 02 novembre 2011