Cambiare residenza a Bologna

I cittadini che intendono denunciare il trasferimento della residenza nel Comune di Bologna, o quelli già residenti a Bologna che hanno trasferito la residenza in altra abitazione nel territorio comunale, devono presentare la dichiarazione di residenza entro 20 giorni dalla data del trasferimento.

Requisiti:

  • avere la dimora abituale a Bologna;
  • avere la titolarità a risiedere nell'abitazione indicata, infatti chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.
  • solo per i cittadini dell'Unione Europea: essere lavoratore oppure avere la disponibilità di risorse economiche sufficienti a non diventare un onere per lo Stato italiano e un'assicurazione sanitaria che copra tutti i rischi

Chi può fare la dichiarazione:

La dichiarazione può essere presentata da uno qualsiasi dei componenti la famiglia purché maggiorenne, con l’apposito modulo di dichiarazione di residenza a cui occorre allegare le copie non autenticate di un documento di identità di ogni firmatario. La dichiarazione di residenza per coloro che entrano in una convivenza (collegio, convitto, caserma, ecc.), è di competenza del capo-convivenza e non del diretto interessato.

Come presentare la dichiarazione di residenza:

1. tramite email all’indirizzo Urp di quartiere presso il quale si intende richiedere la residenza:

in considerazione dell’emergenza Corona Virus non è opportuna la presenza fisica agli sportelli degli urp sopra indicati, salvo assoluta necessità;


2. tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, fax, o email  ai rispettivi uffici:

  • Cambi di residenza con provenienza da altro Comune o dall’estero:
    Comune di Bologna – Ufficio Anagrafe – Atti Migratori
    Piazza Maggiore 6
    Fax: 051 21 94 340
    email: ufficioattimigratori@Comune.Bologna.it

Documentazione necessaria

Cittadini italiani residenti in Italia o provenienti da uno Stato UE (Unione Europea):

  1. documento di riconoscimento valido di tutti i componenti maggiorenni della famiglia;
  2. codice fiscale di tutti i componenti della famiglia

Cittadini italiani provenienti da uno Stato non UE:

  1. passaporto di tutti i componenti della famiglia;
  2. codice fiscale di tutti i componenti della famiglia

Cittadini provenienti da uno Stato UE:

  1. documento di riconoscimento valido di tutti i componenti della famiglia;
  2. codice fiscale di tutti i componenti della famiglia;
  3. documentazione prevista dall’allegato B della circolare del ministero dell' Interno n.9 del 27/4/2012;
  4. per approfondire i dettagli: documentazione da presentare

Cittadini provenienti da uno Stato non UE:

  1. se in prima iscrizione anagrafica: passaporto di tutti i componenti della famiglia
  2. se già iscritto in anagrafe: documento di riconoscimento valido di tutti i componenti maggiorenni della famiglia
  3. codice fiscale di tutti i componenti della famiglia
  4. documentazione prevista dall’allegato A della circolare del ministero dell' Interno n.9 del 27/4/2012

Tempi di rilascio

La nuova residenza parte dal giorno in cui è stata presentata la domanda.
Nei 2 giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione di residenza a Bologna, il Comune effettua la registrazione con conseguente iscrizione anagrafica all’indirizzo dichiarato.
Nei successivi 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata dal cittadino, il Comune effettua gli accertamenti sulla sussistenza dei requisiti. In mancanza dei requisiti il Comune provvede all’annullamento della registrazione anagrafica, con conseguente perdita degli eventuali benefici ottenuti a seguito della dichiarazione.

Competenze

Normativa di riferimento »

  • D.P.R. n. 223 del 30 maggio 1989 - Nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente
  • Art 5 del D.L 47/2014, convertito con L. 80/2014, al comma 1

Ultimo aggiornamento: martedì 10 marzo 2020